Nuovo Portale

Questo portale cessa la sua funzione al 30 Dicembre 2012. Il nuovo portale può essere raggiunto al seguente indirizzo:

www.podisti.it

 da cui è possibile scegliere tra i diversi portali specializzati: Magazine (tutte le news e gli articoli), Calendario (tutte le gare del calendario podistico italiano), Foto (migliaia di foto da scaricare ogni settimana), ClassificheSondaggi

News

Notizie dal mondo

Dal Mondo - News

podisti.net_earth_200x150_blu03aEcco la squadra etiope che parteciperà alla prossima Maratona Olimpica di Londra: Uomini: Ayele Abshero (2:04.23), Dino Sefer (2:04.50), Getu Feleke (2:04.50) Riserve: Markos Geneti (2:04.54), Tadese Tola (2:05.10) - Donne: Tiki Gelana (2:18.58), Asselefech Mergia (2:19.31), Mare Dibaba (2:19.52) Riserve: Bezunesh Bekele (2:20.30), Tirfi Tsegaye (2:21.40). Spiccano le assenze di Tsegaye Kebede e del leggendario Haile Gebrselassie.

Vento e caldo rovinano il campionato statunitense di miglio su stada di Minneapolis (USA) che vede Craig Miller e Heather Kampf laurearsi campioni nazionali. Miller vince in 4:04.3 su Aaron Braun, secondo in 4:05.1, e Scott Smith, terzo in 4:06.9. La Kampf vince in 4:36.9 su Alisha Williams, seconda in 4:39.6, e Danielle Tauro, terzo in 4:40.0

La 32^ Radenci marathon (Slovenia) è vinta dallo sloveno Mitja Kosovelj in 2:22:09 sull’etiope Erkolo Ashenafi, secondo in 2:27:45, e sul connazionale Robert Kotnik, terzo in 2:31:03. Successo femminile per la croata Marija Vrajic in 2:57:33 sulle slovene Barbara Clemenz Dimnik, seconda in 3:14:35, e Brigita Burja, terza in 3:31:21. La mezza è vinta dall’ungherese Tamas Toth in 1:10:42 sugli sloveni Andrej Medved, secondo in 1:12:21, e Tadej Kaluza, terzo in 1:13:11. Vittoria femminile per la slovena Lidja Cerkovnik in 1:20:21 sull’ungherese Agnes Kiss, seconda in 1:22:18, e e la connazionale Aleksandra Fortin, terza in 1:25:37.

Nuovo record della corsa nella “bagnata” Europe-Marathon di Lussemburgo da parte del 28enne keniano Bellor Yator in 2:13:45 sugli “staccati” connazionali Kiprotich Kirui, secondo in 2:19:39, e Stephen Rutto, terzo 2:21:27. La etiope Mahlet Melese è la prima donna in 2:45.56 sulla connazionale Habiba Sheriff, seconda in 2:54:30, e sulla marocchina Ejjafini Rajaa, terza in 3:10:14. 1030 i finisher. Pascal Groben vince la mezza in 1:12:32 su Christophe Kass (1:14:19) e Pierre Weimerskirch, terzo in 1:15:09. La francese Louiza Belhadad è la prima donna in 1:24:35 sulle locali Jessica Schaaf, seconda in 1:27:31, e Anouk Putz-Krieps, terza in 1:31:17. 4789 i finisher.

Rui Pedro Silva vince la 7^ Douro Vinhateiro half marathon di Peso de Regua (Portogallo) in 1:05:14 su Paulo Gomes, secondo in 1:05:49, e Daniel Pinheiro, terzo in 1:07:11. Al femminile, terzo successo per Sara Moreira in 1:10:55 su Monica Silva, seconda in 1:14:47, e Filomena Costa, terza in 1:16:44.

Il keniano Titus Kipkorir Kurgat vince la Riga Marathon (Lettonia) in 2:16:53 sul giapponese Shimizu Tomoya, secondo in 2:16:57, e sul connazionale Pharis Irungu Kimani, terzo in 2:17:03. La russa Iraida Aleksandrova è la prima donna in 2:37:37 sulla keniana Miriam Wangari, seconda in 2:41:13, e sull’ugandese Jane Suuto, terza in 2:42:07. Nella mezza, podio locale con vittoria di Valērijs Žolnerovičs in 1:06:04 su Jānis Girgensons, secondo in 1:06:50, e Mareks Florošeks, terzo in 01:08:39. Tra le donne vince Jeļena Prokopčuka in 1:10:27 su Ilona Marhele, seconda in 1:19:04, e Jeļena Kudeleviča, terza in 1:20:15.

Il danese Martin Parkhoi vince la Copenhagen Marathon in 2:24:49 sull’irlandese Barry Minnock, secondo in 2:26:49, e sull’olandese Neals Strik, terzo in 2:26:59. L’irlandese Barbara Sanchez è la prima donna in 2:41:17 sulla danese Lene Hjelmso, seconda in 2:45:16, e sulla norvegese Marthe Katherine Myhre, terza in 2:46:51. 9504 i finisher.

Il keniano John Kirui vince la 12^ Welt Marathon Wurzburg marathon (Germania) in 2:18:13 sul connazionale Mitei Kiplangat, secondo in 2:30:59, e sul tedesco Marco Diehl, terzo in 2:39:32. Kenia anche tra le donne, con Lydia Rutto che s’impone in 2:42:37 sulle tedesche Rike Schmidt, seconda in 2:54:45, e Ulrike Mayer-Tancic, terza in 3:07:53. 602 i finisher. Il keniano Patrick Mugur Ereng vince la mezza in 1:03:46 sul connazionale Micah Kipyego Kemboi, secondo in 1:03:51, e sul tedesco Evans Kibett Chalanga, terzo in 1:06:00. Lucy Macharia è la prima donna in 1:14:24 su Chelangat Sang, seconda in 1:14:34, e Prisca Jemeli Kiprono, terza in 1:19:32. 1867 i finisher.

Il tanzaniano Joseph Daudi Joseph vince la Kassel Marathon (Germania) in 2:14:47 (pb) sul keniano Hosea Kipkemoi Kiplagat, secondo in 2:14:59, e Daniel Tanui, terzo in 2:15:08. Seguono altri due keniani Julius Muriuki, quarto in 2:17:53, e David Kipkosgei Mutai, quinto in 2:17:59. La keniana Salome Biwott è la prima donna in 2:35:23 sulle connazionali Caroline Kwambai, seconda in 2:36:32, e Lucy Makena Karimi, terza in 2:38:06. Markus Jahn vince la mezza in 1:11:30 sull’ucraino Mikhail Nezaberin, secondo in 1:13:13, e Holger Aselmeyer, terzo in 1:13:34. Kathrin Kreil è la prima donna in 1:24:20 su Irina Resch, seconda in 1:31:29, e Swetlana Isaak, terza in 1:34:54.

La Herzogstadt-Lauf Straubing (Germania) è vinta da Thomas Wankerl in 3:05:04 su Johann Hetzenecker, secondo in 3:19:18, e Roland Loibl, terzo in 3:23:35. Charlotte Toni è la prima donna in 3:41:22 su Christiane Regnath, seconda in 4:07:38, e Maria Faltermeier, terza in 4:30:00. 77 i finisher. Lothar Loth in 1:16:53 e Constanze Boldt in 1:25:36 vincono la mezza conclusa da 446 atleti.

La 28^ Menden Marathon (Germania) è vinta da Thomas Grell in 3:00:29 su Burkhard Schone (3:00:44) e Harald Glaber, terzo in 3:05:35. Regina Tanik è la prima donna in 3:44:31 su Martina Finkelmeier (4:11:57) e Anja Samse (4:15:11). 36 i finisher.

La 10^ Bad Waldseer Lauffebier (Germania) è vinta da Andreas Schur in 2:51:00 su Beck Johann, secondo in 2:57:35, e Engelbert Walter, terzo in 2:58:12. Birgit Fauser è la prima donna in 3:26:17 su Katja Gallasch, seconda in 3:30:56, e Ute Wohrmann, terza in 3:35:38. 88 i finisher. Kay-Uwe Muller vince la mezza in 1:13:47 su Michael Kurray, secondo in 1:16:24, e Rainer Wax, terzo in 1:19:43. Ute Schneck è la prima donna in 1:29:39.

Manuel Olmedo vince il miglio su strada di Saron (Spagna) in 4:22 su Alvaro Rodriguez (4:23) e Zacarie El Mozouzzi (4:24). Isabel Macias è la prima donna in 5:00 su Solange Pereira Da Ponte (5:01) e Elena Garcia Grimau (5:02).

Andrey Leyman in 1:03:49 e Irina Permitina in 1:12:34 vincono la mezza maratona di Omsk, in Russia, e si laureano campioni nazionali russi.

Il keniano Mark Korir vince in 28:01 la 27^ 10 km Tribuna (Brasile) sul marocchino Mohamed El Hachimi, secondo in 28:04, e sul connazionale Stanley Kipchirchir Koech, terzo in 28:16. La keniana Pasalia Kipkoech Chepkorir è la prima donna in 30:57 sulla connazionale Eunice Kirwa, seconda in 31:57, e sulla brasiliana Cruz Nonata da Silva, terza in 32:51.

Nella 101^ Zazzle Bay to Breakers 12 km (22 984 finishers) di San Francisco (Usa), il keniano Sammy Kitwara s’impone in 34:41 su Allan Kiprono (34:49) e Deriba Merga (35:43). Mamitu Daska è la prima donna in 39:03 su Diane Nukuri Johnson, seconda in 39:58, e Jelliah Tinega, terza in 40:31.

Il keniano Simon Rugut vince la 22^ Leiden Marathon (Olanda) in 2:15:55 su Dennis Laerte, secondo in 2:25:32, e Adel Mohamed El Mahjoub, terzo in 2:26:01. L’etiope Marshet Jimma è la prima donna in 2:41:25 su Marion Hoff, seconda in 3:24:29, e Mirjam Aghbal, terza in 3:25:54.

La 29^ Rhein-Ruhr-Marathon di Duisburg (Germania) è vinta dal keniano Samson Kosgei in 2:32:03 sui tedeschi Magnus Kreth, secondo in 2:32:29, e Zakaria Talbi, terzo in 2:35:47. Dorothea Frey è la prima donna in 2:56:41 su Anna-Lina Dahlbeck, seconda in 3:07:37, e Sabrina Kramer, terza in 3:10:31. 519 i finisher. Sasha Dee vince la mezza in 1:11:57 su Salih Ozturk, secondo in 1:13:24, e Muharrem Yilmaz, terzo in 1:15:06. Vanessa Rosler è la prima donna in 1:26:02 su Olga Ozturk, seconda in 1:26:55, e Lisa Jaschke, terza in 1:26:55. 2692 i finisher.

Il 31enne keniano Abraham Kogo vince la Cleveland Marathon (Ohio, Usa) in 2:19:59 sul connazionale Peter Kembol, secondo in 2:23:29, e su Matt Levassiur, terzo in 2:24:07. La 35enne Mary Akor, seconda alla Vancouver Marathon di due settimane fa, è la prima donna in 2:39:49 sulla russa Venera Sarmosova (terza a Carpi nel 2011), seconda in 2:44:16, e su Beth Woodward, terza in 2:55:19. 2594 i finisher.

Il 32enne Fritz Van De Kamp coglie il terzo successo consecutivo nella Ogden Marathon (Utah, Usa) in 2:23:00 precedendo Seth Wold (qui vincitore nel 2008 e nel 2009), secondo in 2:29:16, e Gray Augustus, terzo in 2:31:21. La 31enne Cynthia Fowler vince la gara femminile in 2:47:29, nuovo record della corsa, su Jasmine Sessions, seconda in 3:02:10, e Kimberly Cowart, terza in 3:03:09. 2385 gli arrivati.

Il 27enne tedesco Oliver Hoffman vince la Fargo Marathon (North Dakota, Usa) in 2:28:15 su Russell Stein, secondo in 2:34:53, e su Zane Grabau, terzo in 2:35:34. La 29enne Lisa Dyer si afferma tra le donne in 2:45:15 su Meg Grindall, seconda in 2:53:09, e Brittney Christianson, terza in 2:54:01. 1824 i classificati.

La Green Bay Marathon (Wisconsin, Usa) a causa del caldo record è stata bloccata dopo 2:25: gli atleti sono stati invitati a fermarsi e a salire sugli autobus che li avrebbero riportati all’arrivo. Tuttavia, diversi partecipanti hanno deciso di proseguire per la seguente classifica: vince David Tuwei in 2:27:11 su Ronald Kurui, secondo in 2:31:18, e Peter Ayieni, terzo in 2:31:58. Leah Thorvilson, da subito solitaria in testa, ha rallentato quando ha sentato dell’annullamento, per poi decidere di concludere in 2:45:25, settima vittoria sulla distanza del 2012. Justyna Mudy è seconda in 2:51:54 su Susie Dyck, terza in 2:59:43 (pb). 10 coloro che hanno deciso di tagliare il traguardo.

Il 33enne Dan Springborn vince la Pasadena Marathon (California, Usa) in 2:47:17 su Richard Ramirez, secondo in 2:48:22, e Rafael Wuence, terzo in 2:51:47. La 25enne Mandy Grantz coglie il terzo successo consecutivo femminile in 2:58:44 su Vivien Blanco, seconda in 3:16:10, e su Nadia Ruiz, terza in 3:17:29. 813 i finisher.

Il 33enne Trent Briney vince la Colorado Colfax Marathon di Aurora (Usa) in 2:30:25, nuovo record della corsa, su Peter Vail, secondo in 2:36:40, e Tristan Mitchell, terzo in 2:37:30. La 34enne Nicole Chyr vince tra le donne in 3:07:42 su Joanna Masloski, seconda in 3:14:24, ed Alexandra Harpp, terza in 3:15:11. 1165 i finisher.

Sesto successo dell’anno per il 29enne Justin Gillette che s’impone nella Run For The Red Marathon di Pocono Mountains (Pennsylvania, Usa) in 2:27:22 precedendo Solomon Too, secondo in 2:29:56, e su Matt Aguero, terzo in 2:35:58. La 28enne Ashley Olsen vince la prova delle donne in 2:55:38 su Melissa Gillette, seconda in 3:01:12, e Sage Norton, terza in 3:02:01. 984 gli arrivati.

Il 33enne keniano (ma residente negli Usa) Edward Korir vince la 1^ Qualifier Marathon di Midland (Michigan, Usa) in 2:35:21 su Rob McConnell, secondo in 2:47:55, e Michael Ehrmanrtraut, terzo in 2:49:42. Tra le donne vince la 37enne Tori McConnell (moglie di Rob, secondo tra gli uomini) in 3:08:44 su Lisa Altman, seconda in 3:09:54, e Larissa Hawkes, terza in 3:11:42. 464 gli arrivati.

Mike Mackinnon vince la Blue Nose International Marathon di Halifax (Canada) in 2:42:23 su David Maclennan (qui vincitore per 4 volte), secondo in 2:49:18, e su Rob Mackenzie, terzo in 2:51:02. Seconda vittoria consecutiva per Mylene Sansoucy tra le donne in 3:14:10 su Jennie Orr, seconda in 3:34:44, e Rachael House, terza in 3:35:58. 267 i classificati.

Sesto successo per il 30enne Jesse Stevick nella Capital City Marathon di Olympia (Washington, Usa) in 2:35:34 su Joshua Klimek, secondo in 2:35:40, e Masazumi Fujioka, terza in 2:43:04. La 29enne Jenny Stevick, moglie del vincitore, coglie il secondo successo femminile consecutivo in 3:07:27 su Jennifer Seibel, secondo in 3:09:26, e Anika Janson, terza in 3:10:30. 299 i classificati.

Il 36enne Mike Carriglitto vince la Bob Potts Heritage Trail Marathon di York (Pennsylvania, Usa) in 2:42:40 su Justin Krebs, secondo in 2:45:47, e Justin Simard, terzo in 2:46:01. La 46enne Laure Dymond è la prima donna in 3:08:49 seguita da Robin Wrightson, seconda in 3:22:42, e Kelly Fisher, terza in 3:23:34. 426 i finisher.

Il 30enne Evan Graves è il vincitore della Sugarloaf Marathon di Carrabassett Valley (Maine, Usa) in 2:33:06 davanti a Robert Ashby, secondo in 2:43:00, e a Randy Macdonald, terzo in 2:55:27. In campo femminile si afferma la 33enne Meredith Freimer in 3:07:59 su Sarah Anderson, seconda in 3:12:53, e Kristine Guaraldo, terza in 3:13:48. 574 i finisher.

Brendan Lunty coglie il secondo successo consecutivo nella Red Deer Marathon (Canada) in 2:40:22 precedendo Paul St. Amant, secondo in 2:53:34, e Gerard Pinkowski, terzo in 2:55:08. Bonnie Rouse è la prima donna in 3:25:17 su Roberta Reid Jones, seconda in 3:33:31, e Tanya Hoffarth, terza in 3:36:32. 164 gli arrivati.

Secondo successo consecutivo per Kjell Schioberg nella Windermere Marathon di Spokane (Washington, Usa) in 2:44:51 su Ryan Kipp, secondo in 2:49:10, e Brent Hollingsworth, terzo in 2:51:00. Jessica Toillion è la prima donna in 3:12:04 su Jody Aslett, seconda in 3:12:33, e Thessaly Nicolaysen, terza in 3:23:34. 350 i classificati.

Andrew Jellema vince la Rockford Marathon (Illinois, Usa) in 2:42:56 su Arturs Bareikis, secondo in 2:45:16, e Janusz Sarnicki, terzo in 2:50:10. Elena Shemyakina è la prima donna in 3:15:35 su Amy Schwandt, seconda in 3:21:06, e Rachel Paape, terza in 3:24:24. 227 i finisher.

Il 36enne Rue Ratray vince la Shires of Vermont Marathon di Bennington (Usa) in 2:49:07 sul campione uscente, Chuck Engle, secondo in 2:58:05, e Willem Stockman, terzo in 2:58:35. La 23enne Katie Bash è la prima donna in 3:33:24 su Molly Casey, seconda in 3:52:06, e Kristen Quaresimo, terza in 3:58:27. 255 gli arrivati.

Il 29enne Robert Friedman vince la Chicagoland Marathon di Schaumburg (Ilinois, Usa) in 3:03:54 su Brian Hurlbut, secondo in 3:13:29, e Dennis Petrushkevich, terzo in 3:16:24. Prima donna è la 45enne Laura Jortberg in 3:30:52 su Ashley Dick, seconda in 3:33:58, ed Erin Asgedom, terza in 3:35:39. 255 i classificati.

Il 40enne Brandy Bengoechea si afferma nella Great Potato di Boise (Idaho, Usa) in 2:51:14 su Jake Renz, secondo in 2:55:07, e Todd Arndt, terzo in 2:55:42. Successo rosa per la 27enne Katherine Georger in 3:04:41 su Kira Pfisterer, seconda in 3:20:52, e Susan Mayo, terza in 3:27:35. 237 i finisher.

Il 35enne Johnny Clemons domina la Rock/Creek Scenic City Trail Marathon di Chattanooga (Tennessee, Usa) in 2:43:27 staccando Daniel Hamilton, secondo in 3:00:42, e Brian Pickett, terzo in 3:05:49. La 27enne Meghan Lederer è la prima donna in 3:33:50 su Lindsay Beckner, seconda in 3:39:32, e Natalie Simms, terza in 3:48:04. 225 i finisher.

Ryan Thompson vince la Oak Mountain Trail Marathon di Pelham (Alabama) in 3:06:59 su Rick Brown, secondo in 3:18:27, e John Cobbs, terzo in 3:22:03. Kathy Youngren è la prima donna in 3:58:33 seguita da Christy Scott, seconda in 4:03:52, e Hayriye Ayhan, terza in 4:04:10. 89 i finisher.

Il 43enne Jason Wolf vince la Horseshoe Lake Trail Run di Palo Alto (California) in 3:30:30 su Micah Brown, secondo in 3:46:58, e Frederic Prieur, terzo uomo, quarto assoluto, in 4:05:35. Prima donna, terza nella classifica generale, è la 44enne Penny MacPhail in 3:50:05 su Rebecca Yi, seconda in 4:03:50, e Meagan Cronin, terza in 4:10:36. 34 i finisher.

Mike Jefferies vince la Windermere Marathon (Gran Bretagna) in 2:45:30 su Peter Stockdale, secondo in 2:51:44, e Paul Davies, terzo in 2:52:27. Tra le donne vince Nicola Shaw in 3:15:48 davanti a Mel Rotherham, seconda in 3:17:32, e Kathleen Aubrey, terza in 3:21:52. 772 gli arrivati.

Tony Lambert vince la White Peak Marathon di Thorpe (Gran Bretagna) in 2:50:53 su Richard Spooner, secondo in 2:55:44, e Richard Ginn terzo in 2:57:32. Kit Chan vince la gara donne in 3:17:03 su Sally Hopkins, seconda in 3:22:36, e Joanne Bolton, terza in 3:23:16. 180 i finisher.

Ross Bannerman vince la Cape Wrath Marathon di Durness (Gran Bretagna) in 3:03:00 precedendo il campione uscente, Mark Ford, secondo in 3:10:31, e Andrew Dancer, terzo in 3:12:33. La gara delle donne è vinta da Mhairi Morriss in 3:48:23 su Lily Dyu, seconda in 3:48:29, e Sally Cross, terza in 4:04:47. 77 i finisher.

PISTA

La seconda tappa della Diamond League è a Shanghai, in Cina, con il Golden Grand Prix, rovinato in parte da freddo e forte pioggia a sprazzi, soprattutto nelle prove in pedana, a cominciare dall’asta maschile con vittoria del cinese Yansheng Yang con 5.65 sul tedesco Björn Otto, sempre a 5.65, e l’altro tedesco Malte Mohr con 5.55. Tre nulli invece per l’australiano Steven Hooker. Buona la gara di triplo, con il britannico Phillips Idowu che vince con 17.24 sugli statunitensi Will Claye con 17,12 m e Christian Taylor con 16,96 m. Nel peso s’impone lo statunitense Reese Hoffa con 20.98 sul canadese Dylan Armstrong, secondo con con 20.93, e sullo statunitense Ryan Whiting, con 20.73. Nel giavellotto vince il ceco Vesely con 85,40 sul tedesco, campione mondiale, Matthias De Zordo (81,62) e sul finlandese Ari Mannio (80.91). In pista, sui 100 vince Asafa Powell in 10.02 (-0.4) sullo statunitense Mike Rodgers (10.08) e Nesta Carter (10.16). Sugli 800 domina il quasi 18enne keniano Leonard Kirwa KosenchaKosenchal in 1:46.04 sul connazionale Timothy Kitum (1:46.20) e sul sudafricano André Olivier (1:46.74). L’etiope Hagos Gebrhiwet vince i 5000 in 13:11.00 sui keniani Thomas Pkemei Longosiwa (13:11.73) e John Kipkoech (13:12.66). Infine sugli ostacoli, sui 400 vince lo statunitense Angelo Taylor in 48.99 sul connazionale Justin Gaymon (49.07) e sul cinese Wen Cheng (49.59); ma il meglio arriva con i 110 con successo della star locale Lui Xiang in 12.97 sugli statunitensi David Oliver (13.13) e Jason Richardson (13.16). Al femminile, sui 200 vince la giamaicana Veronica Campbell in 22.50 che supera nel finale la statunitense Carmelita Jeter (22.62). Terza la nigeriana Blessing Okagbare in 22.71. Sorpresa sui 400 con la giamaicana Novlene Wlilliams-Mills in 50.00 sulla campionessa mondiale Amantle Montsho (50.83) e sulla connazionale Kaliese Spencer (51.81). Ottimo il 3:57.77 della 21enne etiope Genzebe Dibaba, pb, record etiope e wl, sulla connazionale Abeba Arigawe (3:59.23) e sulla marocchina Btissam Lakhouad (4:01.69). La keniana Milcah Chemos Cheywa vince i 3000 siepi in 9:15.81 (wl) sulla etiope Sofia Assefa (9:16.83) e sulla keniana Lydiah Chepkurui (9:22.66). In pedana, la statunitense Chaunte Lowe vince il lungo con 1.92 dopo lo spareggio con la cinese Xingjuan Zheng. Terza la kazaka Marina Aitova (1.88). Nel triplo vince la statunitense Janay DeLoach con 6.73 sulla nigeriana Blessing Okagbare (6.64) e sulla connazionale Funi Jimoh (6.53). Infine, la croata Sandra Perkovic vince il disco con 68.24 (record nazionale) sulla statunitense Stephanie Brown Trafton (64.20) e sull’australiana Dani Samuels (62.34).

Nei Kenya Police Championships meet di Nairobi, Vivian Cheruiyot vince i 1500 in 4:06:06 su Lucy Kabuu, seconda in 4:08:06, e Mary Kuria, terza in 4:10:06; sugli 800, vince Nelly Korir in 2:04.4 su Caroline Chepkwony, secondo in 2:08.4, e Julieta Arono, terza in 2:09.6. Sui 5000 si afferma Lucy Kabuu in 15:49.8 su Janet Kisia, seconda in 15:50.0, e Joyce Wanjiku, terza in 15:56.5; sui 10000 si afferma Ann Wabera in 34:36.0 su Dorcas Chepchirchir, seconda in 34:41.0, e Josephine Wanjiku, terza in 34:47.6. Sui 3000 siepi vince Jackline Chemwok in 10:17.6 su Consolata Chemutai, seconda in 10:18.0, e Jedidah Wanjiru, terza in 10:21.0. Al maschile, Nixon Chepseba vince gli 800 in 1:45.6 su Ishmael Kombich, seconda in 1:45.4, e Timothy Sein, terza in 1:46.8. Sui 1500 vince Isaiah Kiplangat in 3:38:07 su Paul Koech, secondo in 3:39:01, e Nicholas Kemboi, terzo in 3:39:07. Sui 5000 vince Geoffrey Kipsang in 13:34.3 su Josphat Bett, secondo in 13:35.5, e Duncan Kipchirchir, terzo in 13:48.4; sui 10000 si afferma Geoffrey Mutai in 28:23.0 su Mathew Kisorio, secondo in 28:23.1, e Nicholas Togo, terzo in 28:27.1. Infine, Philip Yego vince i 3000 siepi in 8:34.4 su Charles Sigei, secondo in 8:39.4, e Collins Ngeno, terzo in 8:40.0.

Gran gara di lancio del disco ad Halle, in Germania, nell’Hallesche Werfertage: vince il tedesco Robert Harting con 70,31, primato personale, superando finalmente i 70 metri. Secondo è il polacco Piotr Malachowski con 68,94 sul britannico Lawrence Okoye, terzo con 68,24. Quarto l'iraniano Essan Hadadi con 68,20 sull’altro polacco Robert Urbanek, quinto in 66,93 (pb). Al femminile, vince la tedesca Nadine Müller con 66,98 sulla polacca Zaneta Glanc, seconda in 65,34 (pb). Nel peso, vince l’iridato David Storl con 21,13 sul campione olimpico, il polacco Tomasz Majewski, secondo con 21,12. Al femminile vince la cinese Gong Lijiao con 19,84 su Nadine Kleinert (19.51). Nel martello vince l’altra cinese Zhang Wenxiu con 74,90 su Anita Wlodarczyk (74.88); al maschile s’impone il polacco Pawel Fajdek con 76.65 su Markus Esser (75.68). Infine, nel giavellotto, trionfano Mark Frank (80.63) e Christina Obergfoll (63.91).

Nel Colorful Meet di Daegu gran vittoria per il campione mondiale Kirani James in 44.72 sui 400 (all’esordio stagionale) sul trinidegno Renny Quow (45.65) e sullo statunitense Calvin Smith (45.70). Justin Gatlin vince i 100 in 9.93 su Mike Rodgers (10.06) e sul giamaicano Jacques Harvey (11.34). L’etiope Mohammed Aman vince gli 800 in 1:43.51 sul keniano 18enne Kosencha (1:44.74). Sui 110 hs vince Aries Merritt in 13.21 su David Oliver (13.22) e Jason Richardson (13.34). Nel peso s’impone Ryan Whiting con 21.14 sul canadese Dylan Armstrong (20.72). Tra le donne, sensazionale lancio del martello della tedesca Betty Heidler con 77,24 sulla russa Tatyana Lysenko, seconda in 76,14, e sul cinese Zhang Wenxiu, terzo con 75,68. Sui 100 vince Carmelita Jeter in 11.11 sulla nigeriana Blessing Okagbare (11.21) e sulla giamaicana Aleen Bailey (11.34); sui 200 successo della statunitense LaShauntea Moore in 22.71 sulla connazionale ChaRonda Williams 22.82). Dawn Harper vince i 100hs in 12.65 su Kelli Wells (12.66); la keniana Eunice Jepkoech vince i 1500 in 4:05.99.

In Turchia, a Izmir, doppietta della bulgara Vanya Stambolova, che vince i 400 hs in 54.04, mondiale stagionale, e i 400 in 50.88, europeo stagionale. Nel martello record nazionale per Tugce Sahutoglu con 74.17. Ivet Lalova vince i 100 in 11.45 e i 200 in 23.40. Il keniano Edwin Cheruiyot Soi vince i 5000 in 14:00.43; tra le donne vince la turca Elvan Abeylegesse in 16:21.96. Sui 3000 siepi vittoria per Edwin Soi in 7:54.65 su Polat Kemboi (7:55.07); tra le donne vince Halil Akkas in 8:30.34.

Nella finale dei societari francesi, a Aix-Les-Bains, Christophe Lemaître vince i 100 in 10.05 (ventoso). Veronique Mang vince i 100 donne in 11.40 (+1.1).

A Port of Spain, record nazionale sui per Ruddy Zang-Milama (Gabon) in 11.03 correndo in 11"03. Doppietta “veloce” per lo statunitense Calesio Newman sui 100 in 10.07 e sui 200 in 20.31. Porscha Lucas vince I 200 donne in 22.65 (+0.9) e Natasha Hastings i 400 in 51.71

A Clermont (USA) la trinidegna Kelly Ann Baptiste vince i 200 in 22.49 (di poco ventoso); il connazionale il giamaicano Ramone McKenzie vince i 100 in 10.05.

Gran doppietta – nel giro di due ore - per il britannico Mo Farah, che nell’ Oxy Distance Classic di Eagle Rock (USA), vince i 1500 in 3:34.66 (su Galen Rupp in 3:34.75 e Robbie Andrews in 3:34.78) e i 5000 in 13:12.87 (sul messicano Juan Luis Barrios in 13:13.54 e sul keniano Sam Chelanga in 13:14.05). Don Cabral vince i 3000 siepi in 8:19.14. Tra le donne, la britannica Shannon Rowbury vince i 1500 in 4:05.92, per poche ore wl, su Anna Pierce, seconda in 4:06.11, e su Brenda Martinez, terza in 4:06.96.

Il 28° Grande Premio Brasil Caixa di Rio de Janeiro (Brasile) registra il successo della marocchina Salima El Ouali in 9:31.03 sui 3000 siepi. Sui 100 uomini vince il trinidegno Emmanuel Callender in 10.07 sul giamaicano Dexter Lee 10.21. Nell’asta donne la cubana Yarisley Silva vince con 4.60 sulla brasiliana Fabiana Murer (4.50). Maurren Maggi vince il lungo con 6.69. Il keniano Anthony Chemut vince gli 800 in 1:45.27.

Nei City Games Manchester street meeting (Gran Bretagna), sulla speciale pista diritta removibile montata per l’occasione in pieno centro città, Wallace Spearmon vince i 150 in 14.87 su Dwain Chambers (15.27) e Marlon Devonish (15.37). Sanya Richards-Ross vince i 200 in 22.71 sulla ceka Denisa Rosolova (23.53) e sulla britannica Margaret Adeoye (23.56). Sui 100 hs maschili vince Ryan Brathwaite (BAR) in 13.60 sullo statunitense David Payne (13.67) e Matthias Buhler (13.85); il britannico Andy Turner vince i 200 hs in 22.54 sul dominicano Felix Sanchez (22.75) e sul trinidegno Jehue Gordon (23.00). Sui 100 vince il britannico Christian Malcolm in 10:46, sui 200 il norvegese Jaysuma Ndure in 21.27. Tra le donne, sui 100 donne vince la statunitense LaShauntea Moore in 11:41 sulla tedesca Verena Sailer (11.54); la britannica Jessica Ennis in 12.75 sulle statunitensi Dawn Harper (12.86) e Danielle Carruthers (13:02). Nell’alto vince la tedesca Lisa Ryzih con 4,50 m.

Buon esordio “europeo”, a Pforzheim (Germania), per il keniano Cornelius Kangogo in 7:52.35 sui 3000.

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Venerdì 25 Maggio 2012 19:28)

 

Notizie internazionali

Dal Mondo - News

podisti.net_earth_200x150_blu03aNella 18^ Prague Marathon vince il 36enne etiope Deressa Edae Chimsa in 2:06:25, secondo crono di sempre nella storia di questa gara, sui keniani Stephen Tum, secondo in 2:07:16 (pb), e sul debuttante Philemon Limo, terzo in 2:09:25. Quarto l’altro keniano Francis Bowen in 2:10:05 sul connazionale Nephat Kinyanui, quinto in 2:11:06. Il passaggio alla mezza è avvenuto in 1:02:54. 11° il primo europeo, l’israeliano Yosef Gezachw in 2:15:07; 13° il primo ceko Jan Kreisinger in 2:16:26. Vittoria keniana tra le donne per la 32enne Agnes Kiprop in 2:25:40 sulla connazionale Filomena Chepchirchir, seconda in 2:26:50, e sull'etiope Meseret Debele, terza in 2:27:15 (pb). Quarta l'algerina Ait Salem in 2:27:51 sull’etiope Misiker Mekonnen, quinta in 2:29:46, e sulla russa, prima europea, Silvia Skvortsova in 2:30:27. Ritirata Lydia Cheromei a causa di un infortunio alla gamba al 38° km, dopo essere stata a lungo in testa con passaggio alla mezza in 1:09.22 (Kiprop ad un minuto) e al 30° in 1:40:19 (Kiprop ad oltre un minuto). Pavel Nedved, ex-calciatore della Juventus, ha corso la sua prima maratona in 3:50:02. 9000 i partecipanti.

Successo etiope nella Marathon de la Baie du Mont Saint Michel (Francia): Abraham Girma vince in 2:11:51 sul keniano Ben Kimwole Kimutai, secondo in 2:17:25, e sul connazionale Kebede Gedefa, terzo in 2:18:49. Vittoria etiope anche tra le donne con Gabise Fita che si afferma in 2:36:56 sulla connazionale Sofia Roba, seconda in 2:38:15, e sulla keniana Emily Rotich, terza in 2:40:30. 3562 i finisher. Guibalt Thierry in 31:19 e Karine Pasquier in 35:15 vincono la 10 km.

La 17^ Albacete Half-Marathon è vinta dal marocchino Ouais Zitane in 1:06:09 sul keniano James Moiben, secondo in 1:07:21, e sul connazionale Hassane Ahouchar, terzo in 1:07:28. Al femminile, successo della marocchina Malika Asahssah in 1:10:37 su Amira Ben Amor, seconda in 1:17:24, e su Elena Ugena Arcicollar, terza in 1:23:38. 2446 i finisher.

Il keniano Johana Maina vince la Sendai International Half Marathon (Giappone) in 1:01:34 sull’atleta di casa Arata Fujiwara, secondo in 1:03:32, e Daniel Gitau, terzo in 1:03:49. Quarto il giapponese Yuki Kawauchi in 1:03:49 sul connazionale Takashi Horiguchi, quinto in 1:04:15. Asami Kato è la prima donna in 1:11:21 (pb) su Hiroko Miyauchi, seconda in 1:12:07 e Misato Horie, terza in 1:13:21. Quarta Sakiko Matsumi in 1:13:59.

Il russo Andrey Bryzgalov vince la 4^ International Marathon Kavarna (Bulgaria) in 2:21:41 sull’ucraino Pavel Teplykh, secondo in 2:24:18, e sulla keniana William Chehinghnyang, terzo in 2:29:38. Quarto il bulgaro Hristo Stefanov, quarto in 2:33:02. La moldava Natalia Cherkes è la prima donna in 2:38:14 sulla keniana Jacqueline Kiplimo, seconda in 2:42:09, e sulla russa Irina Mashkantseva, terza in 2:42:21. Ivan Popov in 33:03 e Silviia Dunekova in 35:25 sono i vincitori della 10 km.

Joseph Chirlee vince la USA 25 km Championships di Grand Rapids in 1:15:1o su Christopher Landry, secondo in 1:15:47, e Brett Gotcher, terzo in 1:16:14. Successo femminile per Janet Cherobon-Bawcom in 1:24:37, record nazionale. Lindsey Scherf è la seconda in 1:25:12 su Melissa Johnson-White, terza in 1:26:22.

Irina Mikitenko coglie il 4° successo nella Berlin Women 10 km race in 33:19 su Katharina Heinig, seconda in 35:37, e sulla polacca Paulina Lodarek, terza in 36:50. Record di partecipanti con 18.561 iscritte.

Dominio keniano nella 10 miglia di Berna (Svizzera): Daniel Chebii coglie il terzo successo personale in 46:15 sull’etiope Tolossa Chengere, secondo in 47:46, e sul connazionale Patrick Ereng, terzo in 47:49. Dodicesimo il campione europeo di maratona, lo svizzero Viktor Rothlin, primo europeo, in 50:17. Tra le donne vince Caroline Chepkwony in 54:38 sulla tedesca Susanne Hahn, seconda in 55:32, e sulla russa Ekaterina Shlykhova, terza in 58:22.

Nella Göteborg half marathon, successo per il keniano Victor Kipchirchir in 1:00:25, primato della corsa, sui connazionali Milton Rotich, secondo in 1:00:43, e su Henry Kiplagat, terzo in 1:01:12. Seguono gli etiopi Sentayehu Merga Ejigu, quarto in 1:01:34, e Abebe Dinkesse, quinto in 1:01:38. Al femminile successo dell'olandese Hilda Kibet 1:09:27 sulla etiope Alemu Bekele (1:09:31) e sulla portoghese Ana Dulce Felix (1:09:50). Quarta la keniana Helah Kiprop in 1:10:09 sulla svedese Isabellah Andersson-Omoro, quinta, con primato nazionale, in 1:10:30.

La Bozcaada Half Marathon, in Turchia, è vinta da Sabri Kara in 1:14:42 su Kiyasettin Yalcin, secondo in 1:21:11, e Mehmet Gundem, terzo in 1:23:21. Tra le donne vince Lutfiye Kaya in 1:28:33 su Alessia De Matteis, seconda in 1:44:54, e Sirin Mine Kilic, terza in 1:51:37.

Quarto successo, terzo consecutivo, per il 38enne Michael Wardian nella Delaware Marathon di Wilmington (USA) in 2:30:26. Per Wardian è anche la quarta affermazione del 2012 sulla distanza. Dean Black è secondo in 2:41:51 su Christopher Bain, terzo in 2:43:15. La 38enne Chrissy Graham è la prima donna in 3:08:07 a precedere Sara Morrison, seconda in 3:11:08, e Brenda Greene, terza in 3:11:43. 376 i finisher.

Il 28enne Jordan Hanlon vince la Lake Wobegon Trail Marathon di St. Joseph (Minnesota, Usa) in 2:35:23 su Gerad Mead, secondo in 2:36:01, e Nate Hoffman, terzo in 2:42:26. La 24enne Paula Marozas è la prima donna in 3:06:03 su Marey Erickson, seconda in 3:22:07, e su Wanda Gau, terza in 3:22:43. 289 gli arrivati.

Il 29enne Aaron Eicher vince la Brookings Marathon (South Dakota, Usa) in 2:43:57 su Ron Giles, secondo in 2:50:36, e Jack Goldberg, terzo in 2:53:40. La 24enne Rachael Olson vince la gara femminile in 3:08:56 su Mary Stenson, seconda in 3:16:52, e su Eva Gut, terza in 3:17:08. 228 i classificati.

La 40enne Matt Radtke vince la Journeys Marathon di Eagle River (Wisconsin, Usa) in 2:50:45 sul 46enne Mark Besaw, secondo in 2:54:40, e Tim Laird, terzo in 2:57:51. La 28enne Laura Gould è la prima donna in , 3:30:14 su Krista Hofmann, seconda in 3:34:22, e Cassie Kottke, terza in 3:45:48. 101 i finisher.

Il canadese Chuck Dixon vince la Fredericton Marathon (Canada) in 2:42:10 su Lee Roy, secondo in 2:43:54, e su Terry Melloy, terzo in 2:49:17. Rayleen Hill vince la gara femminile in 3:00:18 su Allyson MacDonald, seconda in 3:26:11, e Cindy Scott, terza in 3:26:35. 166 i classificati.

Il 19enne Brady Dangelser vince la Lake Geneva Marathon (Wisconsin, Usa) in 2:55:35 su John Homberg, secondo in 3:10:36, e su John Kiser, terzo in 3:17:03. La 30enne Ashleigh Spees è la prima donna in 3:23:55 su Renee Shear, seconda in 3:46:27, e Kellie Wolfgram, terza in 3:51:45. 115 gli arrivati.

James Gosselin vince la Sudbury Rocks!!! Race, Run or Walk for Diabetes Marathon di Sudbury (Canada) in in 2:34:30 su Brad Gionet, secondo in 2:40:18, e Derek Reed, terza in 2:48:20. Susan Nugent è la prima donna in 3:24:17 su Rosemary Baldwin, seconda in 3:29:42, e Stephanie Koett, in 3:30:09. 46 i finisher.

Il 34enne Court Lilly vince la Dances With Dirt Gnaw Bone Marathon di Nashville (Indiana) in 4:03:08 su Greg Hertle, secondo in 4:09:55, e Jeff Schleicher, terzo in 4:36:36. La 43enne Krystal Giltner vince la gara femminile in 4:59:43 su Julia Adams, seconda in 5:08:42, e Victoria Tipmore, terza in 5:18:52. 43 gli arrivati.

Allen Smalls, dopo la vittoria del 2009, si afferma nella Halstead Marathon (Regno Unito) in 2:35:40 su Lee Martin, secondo in 2:49:40, e Richard Watkinson, terzo in 2:49:58. June Allen è la prima donna in 2:59:29 su Nikki Brockbank, seconda in 3:10:36, ed Helen Mulhall, terza in 3:13:10. 610 i classificati.

Taisaku Morimoto vince la Bunbury Marathon (Australia) in 2:36:24 su Nobuya Ito, secondo in 2:39:27, e Steve McKean, terzo in 2:50:45. Cantale Paoliello vince tra le donne in 3:18:30 su Jodie Oborne, seconda in 3:23:08, e Belinda Males, terza in 3:28:41. 87 i finisher.

La Maasmarathon de la Basse-Meuse (Belgio) è vinta dal belga Dieter Brouckaert in 2:24:43 sul connazionale Guy Fays, secondo in 2:25:49, e sull’etiope Alemayenu Gutema, terzo in 2:30:49. Vittoria femminile per la belga Balls Elissa in 2:56:13 sulla coknazionale Ginette Schaffrath, seconda in 3:10:12, e sull’irlandese Morissey Claire, terza in 3:21:56. 482 i classificati. Nella mezza vince il belga Hicham El Filali El Ghazi in 1:11:08 sui connazionali Patrick Philippe, secondo in 1:13:26, e Damien Giugnot, terzo in 1:14:33. L’olandese Maud Golsteyn è la prima donna in 1:21:59 sulla belga Laurence Couquelet, seconda in 1:25:57, e sulla connazionale Anke Linssen, terza in 1:30:15. 865 i finisher.

L’Aix Grandes Foulées, semi marathon de Aix en Provence (Francia) è vinta da Philippe Loup in 1:14:41 su Nordine Kamil, secondo in 1:15:42, e su Stephane Briet, terzo in 1:16:44. Tra le donne vince Pascale Botella in 1:26:47 su Mallorie Marquet, seconda in 1:33:00, e Nathalie Vian, terza in 1:34:45. 787 i finisher.

La 7^ Bergstadt Marathon (Germania) è vinta da John Bosch in 3:07:44 su Robert Gralka, secondo in 3:15:22, e Stefan Franke, terzo in 3:19:07. Anke Libuda è la prima donna in 3:46:04 su Karin Jacobs, secondo in 4:03:11, e su Elke Link Holtermann, terzo in 4:11:56.

La 7^ Teutoburger-Wald-Marathon (Germania) è vinta da Marcus Biehl in 2:52:16 su Elias Hoffmann, secondo in 3:03:03, e Peter Schaffrinski, terzo in 3:07:47. Tra le donne s’impone Josi Guttenberger in 3:53:35 su Mirjam Steunebrink, seconda in 3:56:13, e Marie-Luise Becker, terza in 3:58:48. Nella mezza s’impongono Ingo Wissmann in 1:19:15 e Kowalski-Bechmann in 3:53:35.

La 21^ Media Maraton Ciudad de Avila (Spagna) è vinta da Cuthbert Nyasango (Zimbabwe) in 1:06:38 sui keniani Barbana Sigei, secondo in 1:07:38, e Mohammed Blal, terzo in 1:08:14. Faith Nyasango Kamanguila (Zimbabwe) è la prima donna in 1:28:08 su Maria Pilar Alvarez, seconda in 1:39:14, ed Elena Olea Martin, terza in 1:45:35.

La 31^ Welzheimer Wald-Laufe (Germania) è vinta da Guido Schwager in 2:57:34 su Sven Brehm, secondo in 2:58:41, e Roland Rigotti, terzo in 3:02:55. Anna Rosa Gog è la prima donna in 3:16:44 su Nicole Pfaue, seconda in 3:21:21, e e Melanie Altenbeck, terza in 3:31:18. Nella mezza s’impongono Matthias Koch al maschile in 1:19:52 e Anneglet Bauer al femminile in 1:33:42.

La Dammer Marathon di Mannheim (Germania) è vinta dall’etiope Werkuneh Seyoun Aboye in 2:17:35 sui keniani Isaak Cheruiyot, secondo in 2:21:17, e Charles Torotich, terzo in 2:24:58. L’etiope Simegn Girma Terefa è la prima donna in 2:46:33 sulla keniana Prisca Kiprono, seconda in 2:51:30, e sulla connazionale Ayishe Bonsa Horo, terza in 3:01:58. 903 i finisher. Il tanzaniano Faustin Mussa Starehe vince la mezza in 1:03:36 suglie etiopi Gelaw Siraw Kebede, secondo in 1:03:40, e Shalo Wariye Mosha, terzo in 1:03:45. Nora Jagemann è la prima donna in 1:27:27 su Marion Hebding, seconda in 1:28:40, e Birgit Meier, terza in 1:32:12. 4217 gli arrivati.

La Helgoland Marathon (Germania) è vinta da Thomas Bauer in 3:01:13 su Robert Kopcewicz, secondo in 3:03:36, e Jorg Wachowiak, terzo in 3:04:03. Antje Moller è la prima donna in 3:26:14 su Martina Mischnick, seconda in 3:50:32, e Birgit Grewe, terza in 3:57:08. 185 i finisher.

La 9^ Kaps Marathon Solms-Oberbiel è vinta da Dieter Masak in 2:53:21 su Ralf Krause, secondo in 3:09:18, e Wolfgang, terzo in 3:15:17. Nicole Frenzl è la prima donna in 3:45:23 su Silke Lennartz, seconda in 4:34:13. 19 i finisher. Partik Brandenburger in 1:22:54 e Michaela Wolf in 1:41:45 vincono la mezza.

La Supermarathon der E.ON Thuringen Energie (Germania) di 72,7 km è vinta da Christian Seiler in 5:10:20 su Carsten Stegner (5:26:37) e Christian Stork, terzo in 5:27:42. Vittoria femminile per l’austriaca Karin Russ in 6:21:31 su Katja Baumann, seconda in 6:24:57, e Gitti Schlebel, terza in 6:29:29. 2410 i finisher. La 43,5 km è vinta da Marcel Brautigam in 2:38:09 su Sebastian Bergmann, secondo in 2:50:56, e Sebastian Nitsche, terzo in 2:52:11. Kristin Elsenacher è la prima donna in 3:12:17 su Anja Jacob, seconda in 3:14:17, e Anna Herzberg, terza in 3:14:53. 3422 gli arrivati. Phillip Willaschek vince la 21.1 km in 1:11:02 su Rashe Buggaa (1:11:29) e Thomas Kuhlmann (1:14:09). Stefanie Wiesmair è la prima donna in 1:23:02 su Juliane Doll, (1:23:20) e Daniela Oemus (1:24:22). 6046 i finisher.

Pista

Nella 33^ edizione dei Kenya Defence Forces (KDF) Championships di Nairobi, Jackson Kivuva vince gli 800 in 1:48.1 su Cornelius Kiplagat (1:48.4) e Andrew Kiptoo (1:48.6). Sui 1500 appannaggio di James Magut in 3:41.1 su Gedion Gathimba ( 3:41.3) e Bernard Katingei (3:41.6). Sui 5000 vince John Chepkwony in 13:36.2 su Victor Chumo (13:36.5) e Vincent Kiprop (13:38.3); sui 10000 s’impone Mike Tiony in 28:40.0 su William Chebon (28:41.5) e Lewis Mosoti (28:42.0). Sui 3000 siepi trionfa Abel Mutai in 8:26.2 su Abraham Chirchir (8:28.1) e Hillary Kemboi (8:29.8). Sui 400, vince Vincent Mumo in 46.2 su Jonathan Kibet (46.4) e Mark Mutai (46.6). Nella velocità, Emmanuel Letukunye vince i 100 in 10.2 e Vincent Mumo i 200 in 20.9. Al femminile, Jane Jelagat vince gli 800 in 2:02.3 su Winnie Chebet (2:03.1) e Serah Jepleting (2:03.9); sui 1500 domina Hellen Obiri in 4:17.0 su Perin Nenkampi (4:20.4) e Agnes Chesang (4:24.6). Gladys Cherono vince i 5000 in 16:24.8 su Sharon Cherop (16:27.2) e Veronica Nyaruai (16:28.1) e si ripete sui 10000 in 35:17.1 su Sharon Cherop (35:19.8) e Doris Changeiywo (35:20.2). Sui 3000 siepi vince Mercy Njoroge in 10:08.4 su Lucia Kamene (10:15.6) e Agnes Chesang (10:17.4). Catherine Nandi vince i 400 in 54.9 e i 200 in 24.8; Gladys Thiongo vince i 100 in 12.0.

Nella 41^ edizione degli Ethiopian Athletics Championships di Addis Abeba, Muktar Endris vince i 5000 su Tolosa Gedefu (14:85.30) e Tiruneh Biresaw (14:06.30); sui 10000 vince i 10000 in Tebelu Zewde in 29:09.00 su Selemon Deksisa (29:11.40) e Gebretsadik Abrha (29:13.40). Legese Lemiso si aggiudica I 3000 siepi in 8:56.80 su Tafese Seboka (8:56.90) e Zewdu Mola (8:57.00). Sugli 800 vince Israel Aweke in 1:46.48 su Shiferaw Wele (1:46.70) e Jena Omer (1:47.03); Abiyot Abnet vince i 1500 in 3:41.50 su Teshome Dresa (3:41.60) e Daniel Gidey (3:42.80). Tra le donne, Buze Driba vince i 5000 in 16:14.70 su Alemitu Haroye (16:37.30) e Melkitu Workye (16:38.30); sui 10000 si afferma Aberu Kebede in 32:48.55 su Mamitu Daska (32:54.87) e Meseret Taye (34:06.76). Hiwot Ayalew vince i 3000 siepi in 9:34.60 su Sofia Assefa (9:45.20) e Etenesh Diro (9:55.20). Mantegbosh Melese vince gli 800 in 2:05.49 su Sofia Shemsu (2:05.90) e Emebet Fekadu (2:06.95); infine, Alem Ambaye vince I 1500 in 4:13.70 su Ayantu Nigusu (4:22.90) e Desi Jisa (4:24.40).

Il campione olimpico di salto triplo del 2004, lo svedese Christian Olsson, ha annunciato il suo ritiro dopo l’ennesimo infortunio. Ritiro anche per il marciatore spagnolo Juan Manuel Molina, stanco per l’ormai ventennale carriera.

Il keniano John Thuo vince i 10000 a Gifu (Giappone) in 27:59.50 nei Corporate team Championships.

La belga Almensch Belete vince i 3000 a Saint Mard (Belgio) in 9:00.79.

La prima edizione del Cayman Invitational meeting di George Town registra il fantastico 9.84 sui 100 dell’iridato Yohan Blake, che risponde al 9.82 di Usain Bolt a Kingston. Da segnalare il 20.13 dell’altro giamaicano Weir sui 200 e il 21.13 nel peso per il canadese Armstrong.

Nel 6° Ponce Grand Prix, a Portorico, prestigiosa vittoria sui 400 hs per il portoricano Javier Culson in 48.00 sul trinidegno Jehue Gordon (48.89) e sullo statunitense Bershawn Jackson (48.96). Sui 110hs vince Ryan Wilson in 13.43 sul campione mondiale Jason Richardson, stesso tempo e sul campione olimpico Dayron Robles, terzo in 13.47. Sui 400 vince il bahamense Demetrius Pinder in 45.15 sullo statunitense Manteo Mitchell (45.28) e sul costaricano Nery Brenes (45.51). Sui 100 piani vince il trinidegno Keston Bledman in 10.12 su Nickel Ashmeade (10.15) e Remo Kimmons (10.18). Il colombiano Rafith Rodriguez vince gli 800 in 1:45.41 sul 18enne portoricano Wesley Vazquez (1:45.63). Walter Davis vince il triplo in 16.85. Al femminile, doppietta veloce per Tianna Madison che vince i 100 in 11.01 (sull’avoriana Muriel Ahoure, seconda in 11.17) e i 200 in 22.37 (terza invece nel lungo con 6.48). Sui 100hs vince la britannica Tiffany Porter in 12.79 sulla statunitense Kristi Castlin (12.91). Sui 400 tripletta statunitense: vince Natasha Hastings in 50.72 su Deedee Trotter (50.90) e Jessica Beard (51.25). Catherine Ibargüen vince il lungo con 6.66.

Nei campionati nazionali di Caracas, eccellente 22.53 sui 200 della venezuelana Soto, in costante evoluzione.

Usa: Wariner vince i 400 ad Atlanta in 45.04; Charlie Jock vince gli 800 a Irvine in 1:44.75 su Ryan Martin (1:44.77). A Baton Rouge, Kimberlyn Duncan vince i 100 in 10.96 e i 200 in 22:12. Tony McQuay vince i 400 in 45.48. Sul lungo, 8.36 ventoso di Raymond Higgs sul giamaicano Damar Forbes (8.13).

Migliore prestazione mondiale per il campione europeo Christophe Lemaître sull’inusuale distanza dei 250 metri in 26.25 a Oyonnax, in Francia.

A Wiesbaden, in Germania, l’iridato Robert Harting vince il disco con 68.52 (wl) su Martin Wierig (66,01). Al femminile vince la campionessa mondiale Li Yanfeng con 67.84 sull'altra cinese Tan Jian (64.45) e sulla tedesca Julia Fischer (64.22). Quinta Nadine Müller con 59.66.

In Thailandia, nel Grand Prix di Kanchanburi, record nazionali per le staffette 4x100 maschili di Cina (38.65) e Hong Kong (38.71).

Nel Golden Games meet di Nobeoka (Giappone) Martin Mathathi vince i 10000 m in 27:56.87 su Suguru Osako (27:56.94) e Shinobu Kubota (28:07.01). Il 5000 donne è vinto dalla keniana Sally Chepyego in 15:18.01 su Kayoko Fukushi, seconda in 15:18.46, e Ai Igarashi, terza in 15:33.80. Il 5000 maschile è vinto da Daisuke Shimizu in 13:36.69 su Yuichiro Ueno (13:38.21) e Kazuharu Takai (13:39.76).

Nella 25^ Coppa del Mondo di marcia, a Saransk, in Russia, il cinese Zhen Wang vince la 20 km in 1h19:13 sui russi Andrey Krivov, secondo in 1h19:27, e Vladimir Kanaykin (Russia), terzo in 1h19:43. Vittoria a squadre per la Russia su Cina e Ucraina (nell’ordine). La 50 km è vinta dal russo Sergey Kirdyapkin in 3h38:08 (wl) sul connazionale Ivan Erokhin, secondo in 3h38:10 e sull’australiano Jared Tallen, terzo in 3h40:32. Vittoria a squadre per Russia su Cina ed Ucraina. Nella 10 km juniores vince il colombiano Eider Arevalo in 41:17 sul russo Alexander Ivanov, secondo in 41:42, e sul messicano Jesus T. Vega, terzo in 41:56. Al femminile, la russa Elena Lashmanova vince la 20 km in 1h27:38 sulla connazionale Olga Kaniskina, seconda in 1h28:33, e sulla spagnola Maria José Poves, terza in 1h29:10. Vittoria a squadre per la Russia su Spagna e Cina, nell’ordine. La 10 km juniores è vinta dalla colombiana Sandra Arenas in 45:57 sulla messicana Alejandra Ortega, seconda in 46:00, e sulla russa Nadezhda Leontyeva, terza in 46:02. Vittoria a squadre per la Russia su Cina ed Ucraina nell’ordine.

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Venerdì 18 Maggio 2012 13:23)

 

Notizie dal mondo

Dal Mondo - News

podisti.net_earth_200x150_blu03aIl 28enne Dennis Kimetto ha stabilito il record del mondo sulla distanza dei 25 chilometri nella Big 25 Berlin in 1h11:18, migliorando il precedente limite di Samuel Kiplimo Kosgei in 1h11:50 realizzato due anni fa sullo stesso percorso. Si tratta del settimo record del mondo realizzato in questa gara , che termina da sempre sulla pista dello Stadio Olimpico di Berlino. L’altro keniano Wilfred Kigen è secondo in 1:11:29 sul connazionale Jacob Kendagor, terzo in 1:11:59. Quarto il keniano Edwin Kiptoo in 1:12:39 sull’etiope Aschalew Neguse Meketa, quinto in 1:14:40, e sui connazionali Moses Too, sesto in 1:14:57, e Edwin Kimaiyo, settimo in 1:15:13.La gara ha registrato il passaggio del gruppo al 5° km in 14:00, al 10° in 28:21 e al 15° in 42:46. Dal 17° sono rimasti in testa quattro keniani, Kipruto Koech, Edwin Kiptoo, Wilfred Kigen e Jacob Kendagor, con Kiptoo staccatosi immediatamente dopo un tratto in salita. Kengador, partito come pacer, ha progressivamente rallentato, con la gara che si è decisa con l’allungo del vincitore tra il 23/24° km. La 27enne keniana Caroline Chepkwony vince la gara femminile in 1h22:56, distante dal primato di Mary Keitany in 1h19:53 di due anni fa, ma ottenendo la terza prestazione più veloce nella storia di questa gara. La Chepkwony ha staccato da subito le sue avversarie passando al 10 km in 32:11. L’etiope Taemo Shumye Woldegebriel è seconda in 1:25:21 sulla francese Christelle Daunay, terza in 1:25:27. Quarta la keniana Consolater Yadaa in 1:26:13 sull’etiope Gulume Tollesa Chala, quinta in 1:27:05. 10478 i partecipanti complessivi alla manifestazione.

La 3^ Every One Half Marathon Races nell’Haile Resort di Hawassa (Etiopia) è vinta da Habtamu Assefa in 1:03:38 su Sintayehu Merga, secondo in 1:03:49, e Tsegaye Assefa, terzo in 1:04:02. Tra le donne vince Zeytuna Areb in 1:13:40 su Tsegereda Girma, seconda in 1:14:03, e Keneni Assefa, terza in 1:14:12. Tutti i premi sono stati consegnati da Haile Gebrselassie.

La maratona di Hannover, in Germania, è vinta dal keniano Joseph Kiptum in 2:09:56 che supera allo sprint l’etiope Megersa Bacha Chikuala (vincitore nel 2011 della Roma-Ostia), secondo nello stesso tempo del vincitore. Terzo è il keniano Peter Kurui (2:10:09) seguito nell’ordine dagli etiopi Abdisa Sori Bedada (2:10:15), Tamrat Beyecha Bekele (2:11:11) e dal keniano Amos Matui (2:11:33). Primo europeo, ottavo, l’irlandese Barry Minnock in 2:17:40. Vittoria con record della corsa al femminile per la russa Natalya Puchkova in 2:30:17, giunta a spalla con l’etiope Aberume Mekuria (stesso tempo). Terza è la etiope Halima Hassen Beriso in 2:30:26 che precede le connazionali Zeineba Hasso Hayato (2:30:27) ed Eyerusalem Kuma (2:30:33). 1524 i finisher. Thomas Bartholome vince la mezza in 1:08:51 su Daniel Wienbreier, secondo in 1:10:11, e Thomas Schonemann, terzo in 1:10:31. Katrin Krell è la prima donna in 1:21:14 su Nicole Krinke, seconda in 1:21:25, e Sonja Von Opel, terza in 1:22:15. 5101 i finisher.

La 12^ Heilbronner Trollinger-Marathon (Germania) è vinta dal tedesco David Ndusu in 2:24:34 sui connazionali Uwe-Kay Muller, secondo in 2:32:49, e Marco Diehl, terzo in 2:38:05. Stephanie Feger è la prima donna in 3:10:19 su Petra Hartmann, seconda in 3:16:55, e Christine Sigg-Sohn, terza in 3:20:12. 539 i finisher. Il keniano Evans Kibett Chelanga vince la mezza in 1:05:33 sui tedeschi Vice Kiplangat, secondo in 1:07:40, e Peter Keinath, terzo in 1:12:02. Navina Fenzl è la prima donna in 1:24:00 su Heike Volkert, seconda in 1:24:23, e Andrea Thieken-Arens, terza in 1:28:39. 4352 i finisher.

La 9^ Salzburg Marathon è vinta dal keniano Martin Kiprugut Kosgei in 2:16:36 sui connazionali James Mregu, secondo in 2:16:44 e Julius Mbgubua, terzo in 2:16:49. Quarto l’altro keniano Kenneth Korir in 2:17:39. La keniana Joan Rotich è la prima donna in 2:36.08 sulla connazionale, campionessa uscente, Risper Kimaiyo, seconda in 2:39:15. Campioni austriaci si laureano Karl Aumayr in 2:23:25, 5° assoluto tra gli uomini, e Karin Freitag in 2:47:14 3^ assoluta tra le donne, pb per entrambi. Jurgen Kropf vince la mezza in 1:13:34 su Herbert Gruber, secondo in 1:14:08, e Christian Hirner, terzo in 1:15:24. Pia-Maria Thoma è la prima donna in 1:25:09 su Elisabeth Fersterer, seconda in 1:25:48, e Petra Ganster, terza in 1:28:22.

Nella 13^ Gutenberg Mainz Marathon (Germania) successo per il keniano Silas Toek in 2:12:17 sul tanzaniano Mohamed Msenduki Ikoki, secondo in 2:13.28, e Kassa Berhanu, terzo in 2:14.04. Quarto l’etiope Edwin Kipchirchir Kemboi in 2:14:23 sul moldavo Roman Prodius, quinto in 2:14:25. Tra le donne vince la russa Tatiana Vilisova in 2:32:01 sull’ucraina Olga Kotovska (2:33:15) e sulla keniana Esther Wanjiru (2:43:06). Quarta l’etiope Drbe Neme Kumsa in 2:45:52. 1191 i finisher. Il tedesco Benedikt Hoffmann vince la mezza in 1:09:21 sull’etiope Alemu Wondwossen, secondo in 1:11:13, e sul connazionale Till Schramm, terzo in 1:13:06. La tedesca Kerstin Stephan è la prima donna in 1:23:24 sull’austriaca Anja Prieler, seconda in 1:23:47, e sulla connazionale Gabi Hofmeister, terza in 1:24:12.

La 14^ Winterthur Marathon (Svizzera) è vinta da Felix Schenk in 2:42:26 su Peter Schranz, secondo in 2:46:71, e Richard Weiss, terzo in 2:49:30. Denise Zizzermann è la prima donna in 3:02:19 su Astrid Muller, seconda in 3:07:21, e Dominique Meister, terza in 3:11:25. 175 i finisher. Negussie Bekele vince la mezza in 1:12:25 su Michael Fluchiger, secondo in 1:12:44, Thomas Frieden, terzo in 1:12:47. Annina Berri è la prima donna in 1:17:50 su Kathrin Gotz, seconda in 1:23:40, e Barbara Schwarz, terza in 1:26:08. 1064 i finisher. 

La Genéve Marathon for Unicef è vinta dall’etiope Tewodoros Asfaw in 2:19.26 sui connazionali Terefe Seifu, secondo in 2:19.52, e Hailu Bergashaw, terzo in 2:25:12. Prima donna è la russa, neo-francese, Yulia Vinokourova in 2:44:29 sulla greca Andriani Domvrou, seconda in 3:03:38, e sulla portoghese Nisa Camelo, terza 3:12:30. 902 i finisher. Il tunisino Medhi Khelifi vince la mezza in 1:07:40 sull’etiope Wadajo Alemhyew, secondo in 1:07:50, e sull’eritreo Felfele Tesfaye, terzo in 1:08:11. La francese Aline Camboulives è la prima donna in 1:15:49 sulle svizzere Tenke Zoltani, seconda in 1:20:55, e Penuel Kiondo, terza in 1:24:04. 3404 gli arrivati.

La Running for Children Windhagen Marathon (Germania) è vinta da Torsten Schneider in 2:58:26 su Thomas Dogen, secondoKathrin Stock in 3:04:24, e Sven Winkelmann, terzo in 3:11:17. Kathrin Stocker è la prima donna in 3:26:11 su Inge Raabe, seconda in 3:32:26, e Carina Jochum, terza in 3:36:01. Detlef Ellebrecht vince la mezza in 1:22:37 su John Achtendung (1:23:20) e Jurgen Freiberg (1:27:24). Debbie Schoneborn è la prima donna in 1:33:30 su Rabea Schoneborn (1:33:31) e Maresa Kassel (1:36:31).

La Goitzche Marathon (Germania) è vinta da Andreas Wagner in 2:51:23 su Thomas Scholzke, secondo in 2:53:24, e Heiko Brummer, terzo in 2:58:11. Marzena Morawska è la prima donna in 3:05:03 su Sylvia Renz, seconda in 3:09:39, e Juliane Detlefsen, terza in 3:11:41. Michael Kutscher in 1:15:50 e Barbara Sobczyk in 1:26:49, vincono la mezza.

Nella 9^ Martin Fiz Maraton di Vitoria (Spagna) è vinta da Mohamed Affadas in 2:32:28 su José Felix Bibao Villate, secondo in 2:32:42, e Josu Amutio Kareaga, terzo in 2:33:50. Vittoria femminile per Eneritz Sein Agirregomezzkorta in 2:59.24, su Laura Garcia Mejuto, seconda in 3:05:31, e Beatriz Delgado Herrero, terza in 3:22:39. 457 i finisher.

Dominio kenaino nel 28^ miglio di Attnang, in Austria: vince Bensen Seurei in 4:02.46 su Erastus Chirchir (4:06.86). Primo europeo il polacco Mateusz Demczyszak, quinto in 4:12.22.

Diego Ruiz vince la 30^Milla Aranda de Duero (Burgos, Spagna) in 4:17 su Alvaro Rodriguez, anch’egli in 4:17. Terzo Francisco Javier Abad Sebastian in 4:19. Nuria Fernandez è la prima donna in 4:55 su Solagne Andreia Pereira, seconda in 4:59, e Elena Garcia Grimau, terza in 5:03.

La Carrera Divina Pastora di Oviedo (10 km) è vinta da Abdelatif Msabbet in 31:24 su Noureddine El Hachoumi, seconda in 32:23, e Oscar Espinera Vilarino, terzo in 32:36. Marta Dominguez è la prima donna in 33:10 su Esther Alvarez Herrero, seconda in 38:43, e Cristina Rodriguez Fuentes, terza in 41:14.

La Milla Urbana de la Roda di Albacete (14° Memorial Lozano) è vinta da Elhassan Oubaddi in 4.16 su Victor Corrales Quero (4.18) e Francisco Espana Cobo (4.20). Laura Mendez Esquer è la prima donna in 5.13 su Sonia Plaza Higueras (5.15) e Clara Simal Martin (5.19).

La Milla Sagrada Familia di Barcellona è vinta da Manuel Olmedo in 4.17 su Luis Alberto Marco (4.18) e Juan Carlos Higuero (4.18). Solange Pereira è la prima donna in 4.52 su Isabel Macias (stesso tempo) e Judit Pla (4.54).

A Minsk, nei campionali nazionali bielorussi di CC, vincono Sergey Platonov in 14:30 (5 km) e Irina Ananeko in 13:11 (4 km).

Il 30enne Sergio Reyes, 12° alla recente Boston Marathon, vince la Cincinnati Flying Pig Marathon (Ohio, Usa) in 2:22:04. Staccati, salgono sul podio, Rob Morwood, secondo in 2:37:30, e James Beyer, terzo in 2:38:13. La 30enne Rachel Bea vince la gara femminile in 2:54:38 su Heather Backer, seconda in 3:00:20, e Kerry Lee, terza in 3:01:07. 4084 i finisher.

L’etiope Gezahgn Eshetu vince la Vancouver International Marathon (Canada) in 2:21:51 su Bernard Onsare, già vincitore nel 2009 e nel 2011, secondo in 2:22:16, e Ryan Day, terzo in 2:29:22. La britannica, residente nel Canada, Ellie Greenwood, vince tra le donne in 2:42:16 su Mary Akor, qui impostasi nel 2004, 2008 e 2009, seconda in 2:46:01, e Catrin Jones, terza in 2:52:11. 4232 gli arrivati. La mezza è vinta dal keniano Kip Kangogo in 1:04:48 sui connazionali Willy Kiptoo Kimoso, secondo in 1:05:07, e Kibet Rutto, terzo in 1:06:28. Vittoria femminile per la canadese Natasha Wodak-Fraser in 1:15:12 sulla statunitense Allison Macsas, seconda in 1:15:31, e sulla connazionale Lucy Smith, terza in 1:18:38.

L’etiope Urga Negew vince la Belfast City Marathon (Irlanda) in 2:13:41 sul keniano David Kipserem Kisang, secondo in 2:15:57, e sul campione uscente, l’altro keniano Joseph Chesire, terzo in 2:18:09. Vittoria keniana al femminile con Alice Chelangat in 2:39:02, nuovo record del percorso, sulla russa Yelena Kozevnikova, seconda in 2:42:10, e sulla polacca Wioletta Kryza, terza in 2:43:57. 2882 i finisher.

Brian Mcmahon vince la Great Limerick Run (Irlanda) in 2:28:09 su George Waugh, secondo in 2:28:33, e Peter Mooney, terzo in 2:39:38. Angela Mccann è la prima donna in 2:58:36 su Tracey Roche, seconda in 3:04:33, e Mary Sweeney, terza in 3:07:41. 523 i finisher.

La Three Forts Marathon di West Sussex (Regno Unito) è vinta da Chris Mallinson su 3:19:55 su Dan Cobby, secondo in 3:29:39, e Toby Burrows, terzo in 3:31:50. Hadley Lund è la prima donna in 4:00:57 su Katarzyna Burdzy, seconda in 4:04:24, e Tracey Horne, terza in 4:07:43. 293 gli arrivati.

La Skopje Marathon, in Macedonia, è vinta dal keniano Patrick Wambugu in 2:26:41 sul russo Alexsey Troshkin, secondo in 2:32:21, e sullo spagnolo Marc Roig, terzo in 2:34:15. La keniana Cecilia Warutumo vince tra le donne in 2:54:56 sulla russa Tatiana Perepelkina, seconda in 3:03:18, e sull’ungherese Katalin Farkas, terza in 3:17:36. La mezza è vinta dal serbo Sasa Stolic in 1:11:54 sul russo Denis Korablev (1:12:34) e sullo statunitense Joshua Peterson, terzo in 1:13:25. La magiara Agnes Kiss è la prima donna in 1:22:59 sulla serba Danjela Barac, seconda in 1:29:11, e sulla macedone Enisa Tasevska, terza in 1:32:20.

Il 28enne keniano James Kirwa vince la Pittsburgh Marathon (Pennsylvania, Usa) in 2:14:09 sul campione uscente, Jeffrey Eggleston, secondo in 2:14:26, e Nixon Kiplagat, a lungo in testa da solo, terzo in 2:14:46. Il testa a testa decide la gara femminile con la 29enne marocchina Malika Mejdoub che ha meglio in 2:39:31 sull’etiope Alemtsehay Misganaw, seconda in 2:39:32. Terza l’altra etiope Hirut Beyene in 2:39:56. 4608 i classificati.

Secondo successo consecutivo per Brendan Kenny in 2:27:57 nella Toronto Marathon (Canada) su Robert Winslow, secondo in 2:28:52, e su David Savard Gagnon, terzo in 2:31:54. Jutta Merilainen è la prima donna in 2:47:17 su Katie Snowden, seconda in 2:49:16, e Dale Findlay, terza in 2:52:07. 1745 i finisher.

Il 38enne Jason Page vince la New Jersey Marathon di Long Branch (USA) in 2:33:13 sullo svedese Bennet H Gc, secondo in 2:33:59, e su Joshua Korth, terzo in 2:33:33. La 24enne Megan Digregorio è la prima donna in 3:00:44 su Elisabeth Drew, seconda in 3:02:25, e Amy Maier, terza in 3:04:42. 2304 gli arrivati.

Joe Campanelli vince la Mississauga Marathon (Canada) in 2:32:52 su Michel Lavoie, secondo in 2:34:29, e Nelson Ndereva, terza in 2:35:04. In campo femminile, vince Amy Frazier in 2:57:28 su Christina Clark, seconda in 2:58:18, e Kim Fleet, terza in 3:04:58. 827 i classificati.

Il 34enne Peter Omae Ayieni è il vincitore della OC Marathon di Newport Beach (California, Usa) in 2:31:18 su Nate Clayson, secondo in 2:34:50, e Martin Rindahl, terzo in 2:42:08. La 31enne Maika Carlsen è la prima donna in 2:53:13 su Stephanie Kato, seconda in 2:55:05 e Alivia Mazura, terza in 3:00:26. 1853 i finisher.

La Kalamazoo Marathon (Michigan, Usa) è vinta dal 29enne Justin Gillette in 2:28:02 su Zachery Wegner, secondo in 2:57:49 e Jack Cherewatti, terzo in 2:58:13. La 22enne Nicole Clement è la prima donna in 3:04:55 su Michelle Neel, seconda in 3:15:48, e Larissa Binkley, terza in 3:16:03. 703 gli arrivati.

Il 30enne Patrick Moulton vince la Cox Sports Providence Marathon (Rhode Island, Usa) in 2:28:26 su Jeffrey Wadecki, secondo in 2:28:37, e Thomas O'Grady, terzo in 2:31:02. Vittoria rosa per la 26enne Sarah Bourne in 2:53:44 (pb) seguita da Amelia Landberg, seconda in 2:54:27, e da Bridget McCarthy, terza in 2:54:49. 1354 i classificati.

Il 29enne Ryan Donovan, gia vincitore nel 2009, vince la Colorado Marathon di Fort Collins (Usa) in 2:32:34, su Chuck Radford, secondo in 2:42:44, e Michael Jackson, terzo in 2:45:38. La 23enne Ellie Keyser è la prima donna in 2:58:09 su Sarah Hansen, seconda in 2:59:35, e Wendy Mader, terza in 3:11:04. 988 i finisher.

Il 29enne Cameron Ausen è il vincitore della Wisconsin Marathon di Kenosha (Usa) in 2:36:30 su NJate Canton, secondo in 2:39:50, e Christopher Schmidt, terzo in 2:40:38. La 35enne Karrie Hamstra-Wright è la prima donna in 2:57:58 su Lisa Phillips, seconda in 2:59:13, e Patti Koury, terza in 3:12:57. 812 gli arrivati.

L’Avenue of the Giants Marathon di Eureka (California, Usa) è vinta dal 33enne Robert Brinzer in 2:50:15 su Owen Beck, secondo in 2:52:15, e David Strauss, terzo in 2:54:43. Sadie Wilson è la prima donna in 3:05:42 su Sara Roche, seconda in 3:18:54, e Alice Nielsen, terza in 3:19:03. 412 i classificati.

La Long Island Marathon di East Meadow (New York, Usa) è vinta dal 29enne Emiliano Garcia in 2:36:22 su Armando Ramirez, secondo in 2:37:54, e Adam Mulia, terzo in 2:39:26. La 25enne Lindsey Block è la prima donna in 3:00:41 su Crystal Cammarano-Perno, seconda in 3:07:29, e Jennifer Barrett, terza in 3:18:19. 725 i finisher.

La Tacoma City Marathon (Washington, Usa) è vinta dal 45enne Michael Lynes in 2:44:54 allo sprint su Andy Henshaw, secondo nello tempo. Eric John è terzo in 2:54:29. Allison Linnell è la prima donna in 2:48:04 su Sabine Pullins, seconda in 3:14:25, e Merita Trohimovich, terzo in 3:18:09. 398 gli arrivati.

Il 36enne Patrick Russell vince la Eau Claire Marathon (Wisconsin, Usa) in 2:36:17 su Scott Hayden, secondo in 2:37:46, e Jason Bond, terzo in 2:42:03. April Cole è la prima donna in 3:12:20 su Jamie Blumentritt, seconda in 3:20:22, e Karen Schoenrock, terzo in 3:22:54. 308 i classificati.

Il 25enne Kaleb Keyserling vince la Potomac River Run Marathon di Carderock (Maryland, Usa) in 2:48:24 su Thomas Francis Jensen, secondo in 2:55:43, e Greg Dawson, terzo in 3:00:49. La 44enne Debra Saltz è la prima donna in 2:30:17 su Judy Y.C. Chen, seconda in 3:08:35, e Jennifer Quartes, terza in 3:18:24. 274 i finisher.

La New River Marathon di Boone (North Carolina, Usa) è vinta da Caleb Masland in 2:47:16 su Michael Dwomoh, secondo in 2:59:08, e Michael Smeiser, terzo in 2:59:41. La 24enne Kayla Campasino è la prima donna in 3:31:45 su Meaghan Collins, seconda in 3:33:47, e su Beth Prye, terza in 3:37:44. 237 gli arrivati.

La Prescott YMCA Whiskey Row Marathon (Arizona, Usa) è vinta dal 32enne Brian Tinder in 3:09:27 su Andres Santiago, secondo in 3:13:19, e Jeff Rome, terzo in 3:13.28. Tra le donne vince la 37enne Randi Simon in 3:32:56 su Amy Hobson, seconda in 3:34:15, e Alwyne Butler, terza in 3:55:26. 166 i classificati.

Il 30enne Shaun Martin vince la Shiprock Marathon (New Mexico, Usa) in 2:34:59 su Elroy Tso, secondo in 2:57:58, e Jay Johnson, terzo in 3:08:11. La 38enne Robin Halloran è la prima donna in 3:32:14 su Heather King, seconda in 3:42:59, e Sarah Hurst, terza in 3:45:02. 157 i finisher.

La River Towns Marathon di Susquehanna (Pennsylvania, Usa) registra il successo del 39enne Joshua Finger in 2:51:31 su Karsten Brown, secondo in 2:52:41, e Jason Wiley, terzo in 2:56:51. La 465enne Wendy Walsh vince tra le donne in 3:32:25 su Elisabeth Linde, seconda in 3:53:03, e Lauren Yannarella, terza in 3:57:07. 92 gli arrivati.

Il 21enne Zachary Pope vince la Lake Lowell Marathon di Nampa (Idaho) in 2:53:33 su Brian Baker, secondo in 3:13:01, e Hugo Martinez, terzo in 3:17:20. Vittoria femminile per la 36enne Leanna Fischer in , 3:21:16 su Carolyn Loffer, seconda in 3:36:46, e Michelle Heart, terza in 3:50:25. 63 i classificati.

La Provo City Marathon (Utah, Usa) è vinta da Brandon Hebbert in 2:27:30 su Jonathan Kotter, secondo nello stesso tempo, e a Jordan Perry, terzo in 2:32:09. Julie Esplin è la prima donna in 2:59:24 su Alison Bartholomew, seconda in 3:17:20, e Mckenzie Montague, terza in 3:19:45. 247 i finisher.

Pista

Subito Usain Bolt. Gran debutto stagionale, infatti, nel Jamaica Invitational di Kingston, con 9.82 (wl) sui 100 in rimonta negli ultimi 40 metri su Michael Frater, secondo in 10.00, e Lerone Clarke, terzo in 10.03, dopo due false partenze. Primato stagionale anche per Yohan Blake sui 200 in 19.91 sui connazionali Nickel Ashmeade (20.09) e Warren Weir (20.21). Primato stagionale anche per la statunitense Carmelita Jeter che vince i 100 donne in 10.81 sulla trini degna Shelly-Ann Baptiste (10.86) e sulla locale Kerron Stewart, terza in 10.89. Quarto wl sui 400 donne per la giamaicana Novlene Williams-Mills in 49.99 sulla statunitense Sanya Richards-Ross (50.11) e sulla britannica Christine Ohuruogu, terza in 50.93. La 37enne Brigitte Foster-Hylton, tornata ai vecchi splendori, vince i 100 hs in 12.51, seconda prestazione dell'anno, sulla canadese Priscilla Lopes-Schliep (rientrata da poco dalla maternità), seconda in 12.64, e sulla britannica Tiffany Porter-Ofili (12.65). Sui 110 hs, ovviamenti maschili, vince il giamaicano Hansle Parchment in 13.19 su Ronnie Ash (13.20). Sui 200 donne, vittoria statunitense per Bianca Knight in 22.49 su Shelly-Ann Fraser-Pryce (22.53) e Shalonda Solomon (22.82). Sui 400hs, vittoria per Bershawn Jackson in 48.73 tra gli uomini e di Melaine Walker al femminile in 55.28. Il giro di pista vede la vittoria di Calvin Smith in 45.47 sul trinidegno Renny Quow, secondo in 45.48; vittoria dell’etiope Aman Wote in 3:35.92 sui 1500 e dello statunitense Ben Bruce in 8:34.17 sui 3000 siepi. Reese Hoffa vince il peso con 20.71. Nel lungo donne vince Brittney Reese con 6.56.

LaShawn Merritt vince i 200 a St.Martin (Caraibi) in 20.16; Sui 100 vittoria per la statunitense LaShauntea Moore in 11.01 e sui 200 per la connazionale Jeneba Turnbull-Tarmoh in 22.51; sempre Usa sui 100 hs per Wells in 12.55 su Crawford (12.66). Sui 400 vince il bahamense Avard Moncur in 46.11 su Claudio Licciardello(46.22); tra le donne vince la statunitense Keisha Baker in 51.37 su Libania Grenot (51.42).

Nel meeting hawaiiano di Waikuru, la statunitense Stephanie Trafton-Brown, campionessa olimpica di lancio del disco, migliora il record nazionale con 67.74; vittoria maschile per l'australiano Martin con 65.63.

A Townsville, l’australiano Benn Harradine ottiene il record nazionale e continentale di lancio del disco con 67.53.

In Ungheria, a Budapest, wl per Zoltán Kovago nel disco con 68.21.

A Fayetteville, Aries Merritt vince i 110hs in 13.03, primato stagionale e pb. Akheem Gauntlett vince i 200 in 20.45 su Jeremy Wariner, quarto in 20.76.

A San Diego, il britannico Greg Rutherford vince il lungo con 8.35 (record nazionale uguagliato).

In Texas, a Lubbock, doppietta per i gemelli belgi Borlée: Kevin vince i 400 in 45.33 su Gil Roberts (44.93); Jonathan vince i 200 in 20.31.

Nell'Oxy Invitational di Eagle Rock, gran rientro per Ryan Bailey sui 100 in 10.01; il dominicano Felix Sanchez vince i 400hs in 45.33; Funni Jimoh vince il lungo donne con 6.80.

A Eugene, negli Oregon Twilight, wl nell'eptathlon per la canadese Theisen con 6.353 punti e nei 3000 siepi per Bridget Franek in 9:39.77. Andrew Wheating vince i 1500 in 3:44.97; Tyler Mulder gli 800 in 1:46.44.

A Clemson, nel Bob Pollock Spring Invitational, 10.10 ventoso sui 100 per il rientrante bahamense Derrick Atkins. Manteo Mitchell vince i 400 in 46.06 e Drew Brunson i 110 hs in 13.64. La trinidegna Josanne Lucas vince i 400 hs in 57.29.

In Pennsylvanya, a University Park, gran lancio del peso per Ryan Whiting con 21.50.

A Birmingham, la nigeriana Gloria Asumnu in 11.21 (+0.3) sui 100 e di Kimberlyn Duncan in 22.75 (+0.1) sui 200.

A Aix-Les-Bains, in Francia, debutto stagionale per Christophe Lemaitre nell’Interclub meet in 20.48 (-0.5) sui 200 m

Nel campionato ceko di 10000 m di Hradec Kralove, s’impongono Ivana Sekyrova in 35:12.47 al femminile e Milan Kocourek tra gli uomini in 29:33.56.

Nel campionato tedesco di 10000 m di Marburg, s’impongono Sabrina Mockenhaupt in 32:24.36 al femminile e Philipp Pflieger, tra gli uomini in 28:45.76.

Nel Golden Grand Prix di Kawasaki, in un meeting flagellato dal cattivo tempo, vittoria per il cinese Liu Xiang in13.09 sui 110 hs sullo statunitense Omo Osaghae (13.33); primato stagionale sui 3000 siepi per il keniano Jairus Kipchoge in 8:18.06 sl connazionale Conseslus Kipruto (8:19.49) e sull’etiope Roba Gari (8:19.62). Amantle Montsho vince i 400 donne in 50.52 sull’irlandesa Jo Cuddihy (51.78); , Allyson Felix i 100 donne in 11:22 sull’australiana Melissa Breen (11.38), mentre sui 100 maschile vince il cinese Su Bingtian in 10.04 su Mike Rodgers (10.05) e Kim Collins (10:07). Il keniano Job Koech Kinyor vince gli 800 in 1:47.05, come l’etiope Alem Gereziher tra le donne in 2:05.86.

Nei South African Open Championships di Pretoria, aperti agli stranieri, la tedesca Betty Heidler vince il martello con 76,66 sulla connazionale Klaas ( 75.13). Wenda Theron vince i 400 hs in 55.38 (55.37 in batteria); Zarck Visser vince il lungo in 55.36 ; la namibiana Tjipekapora Herunga vince i 400 in 51.24. 

A Nairobi, nei Kenya Prisons Championships, Silas Kiplagat vince gli 800, in 1:44.8, pb, su Reuben Bett, second in 1:46.0, e Isaac Kipketer, terzo in 1:47.2. Sui 1500, vince Kibet Bargetuny in 3:40.7 su Thomas Longosiwa (3:41.0) e Dominic Mutuku (3:41.6). Sui 5000 vince Timothy Kiptoo in 13:40.0 su Silas Muturi (13:47.5) e John Mwangangi (13:48.4); sui 10,000 vince Isaac Korir in 28:25.2 su John Mwangangi in 28:47.5 e Charles Cheruiyot 28:51.1; sui 3000 siepi vince Lawrence Kemboi in 8:38.4 su Michael Kimutai (8:39.6) e Patrick Churkor (8:43.0). Al femminile Faridah Chelanga vince i 5000 in 16:10.0 su Jane Mwikali (16:12.3) e Margaret Waithera (16:18.0); Priscillah Lorchima vince i 10000 in 33:52.0 su Alice Mogire (34:15.5) e Caroline Kwambai (34:46.5).

Nella 25esima edizione del Multistars, a Desenzano del Garda, vince il kazako Dmitry Karpov nel decathlon con 8172 punti (seconda prestazione mondiale e migliore europea dell’anno) sul britannico Ashley Bryant (7689) e sull’islandese Einar Làarusson (7590). Nell’Eptathlon vince la 27enne greca Sofia Yfantiodou con 6109 punti (pb) sulla francese Blandine Maisonnier (6082) e sulla britannica Katarina Johnson-Thompson (6007).

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Venerdì 11 Maggio 2012 23:58)

 

Notizie dal mondo

Dal Mondo - News

podisti.net_earth_200x150_blu03aLa Federazione keniana ha annunciato gli atleti che prenderanno parte alla Maratona olimpica di Londra: Wilson Kipsang Kiprotich, Abel Kirui e Moses Mosop tra gli uomini; Mary Keitany, Edna Kiplagat e Priscah Jeptoo tra le donne. Esclusi quindi il primatista del mondo Makau, e Geoffrey ed Emmanuel Murai.

L’etiope Abdullah Dawit Shami, già terzo a Roma e Carpi, vince la 27^ maratona di Amburgo in 2:05:58 (primato della corsa), prendendo il comando della testa dopo il trentesimo chilometro. Lo seguono il connazionale Dadi Yami, secondo in 2:07:01, il keniano Augustine Rono, terzo in 2:07:23, e l’altro etiope Shumi Dechasa, quarto in 2:07:56. La keniana Rael Kiyara vince tra le donne in 2:23:47, anche questo record della gara, sulle etiopi Netsanet Abeyo seconda in 2:24:12 e Etalemahu Kidane, terza in 2:25:49. Quarta la keniana Beatrice Toroitich in 2:27:41. 10317 i finisher.

Nella Düsseldorf Marathon vince l’etiope Seboka Diriba Tola in 2:08:27, record del percorso (ultimo km corso in 2:49), su Duncan Koech, secondo in 2:08:33, e sul debuttante francese Abraham Kiprotich, terzo in 2:08:35. Quarto il polacco Marcin Chabowski in 2:10:07. Ritirato il tedesco Jan Fitschen, ex-campione d'Europa dei 10000. Affermazione femminile con primato della corsa per la 29enne keniana Agnes Barsosio Jeruto in 2:25:49 sulla bielorussa Nastassia Staravoitava, seconda in 2:27:24, e sull'etiope Melkam Gisaw, terza in 2:27:50. Quarta la bielorussa Volha Dubovskaya in 2:28:08. Prima tedesca Anna Hahner, al debutto, settima in 2:30:14. 2737 gli arrivati.

Il keniano Bernard Koech vince la mezza internazionale di Nizza realizzando il nuovo record della gara, in 59:57 sul connazionale Titus Masai, secondo in 1:00:29, e sull’etiope Tesfaye Abera, terzo in 1:00:32. Quarto l’etiope Abraham Gebretsadik in 1:00:34 sul connazionale Andualem Shiferaw, quinto in 1:00:40, e sul keniano Reuben Limo, sesto in 1:01:32. Vittoria femminile per l’etiope Gutemi Imani in 1:11:11 sulle keniane Pauline Njeri, seconda in 1:13:42, e Mercelyne Ondieki, terza in 1:13:53. Seguono le due francesi Svetlana Pretot, quarta in 1:15:23, e Catherine Bertone, quinta in 1:18:23. Sulla 10 km vincono Laurent Bossus in 32:16 e Karrima Kherroubi in 37:26. 

La 2^ Media Maratón de Gijón Villa de Jovellanos (Spagna) è vinto dall’etiope Workneh Fikre in 1:04:30 su Alejandro Martínez Fernández, secondo in 1:05:51, e Ivan Hierro Pena, terzo in 1:06:15. Alba García Fernández è la prima donna in 1:13:28 su Verónica Pérez Rodríguez, seconda in 1:15:01, e María Dolores Pulido Fernández, terza in 1:18:44. 1535 i finisher.

La Yangzhou Jianzhen International Half Marathon (Cina) è vinta dall’etiope Ayele Abshero in 1:01:11 sul keniano Silas Kipruto, secondo in 1:01:47, e sul marocchino El Hassan Elabbassi, terzo in 1:01:57. Vittoria femminile per la 25enne keniana Fyles Ongori in 1:11:07 sull’etiope Feysa Tadesse, seconda in 1:11:08, e sulla connazionale Alice Mogire, terza in 1:11:11. Quarta l’etiope Bezunesh Bekele in 1:11:15.

Il 19enne Ryan James, solitamente dedito allo sci di fondo, debuttante sulla distanza, vince la Country Music Marathon di Nashville (Tennessee, Usa) in 2:32:47 su Steve Slaby, secondo in 2:40:16, e Daniel Smoak, terzo in 2:41:44. Debutto con vittoria anche al femminile per Erin Sutton in 2:54:16 su Karen Lockyer, seconda in 2:56:21, e Erin Wachter, terza in 3:00:56. 3925 i finisher.

Il 28enne Adam Roach vince la Big Sur International Marathon di Carmel (California, Usa) in 2:32:25 su Chris Mocko, secondo in 2:34:11, e Jesus Campos, campione uscente, terzo in 2:37:08. La 41enne romena Nuta Olaru è la prima donna in 2:50:08 su Amy Lane, seconda in 3:09:42, e Cassandra Allred, terza in 3:11:34. 3357 i finisher.

Il 25enne Jake Buhler vince la Oklahoma City Memorial Marathon (Usa) in 2:27:30 su Cole Crosby, secondo in 2:36:25, e Scott Downard, terzo in 2:37:03. Tra le donne, s’impone la 30enne Camille Herron in 2:45:13, seguita da Catherine Lisle, qui vincitrice nel 2010, seconda in 2:54:12, e Meredith Thompson, terza in 3:07:33. 2643 gli arrivati.

Il 33enne Michael Wisniewski vince la Eugene Marathon (Oregon, Usa) in 2:20:41 (pb) su Teshome Kokebe, secondo in 2:24:16, e Aleksandr Tomas, terzo in 2:24:37. In campo femminile vince la 32enne Allison Howard in 2:53:07 su Wendy Terris, seconda in 2:54:20, e Gwen Thomas, terza in 2:54:59. 2345 i classificati. Craig Leon vince la mezza in 1:05:35 su Greg Mitchell, secondo in 1:06:59, e Kameron Ulmer, terzo in 1:07:07. Marci Klimek è la prima donna in 1:17:35 su Bria Wetsch, seconda in 1:18:23, e Sarah MacKay, terza in 1:19:11.

La 34^ Marathon d’Albi è vinta dall’ucraino Sergii Marchuk in 2:18:35 sull’algerino Belmoktar Mechkar, secondo in 2:22:24, e sul keniano John Ngeny, terzo in 2:23:15. La keniana Immaculate Chemutai è la prima donna in 2:45:07 sulla russa Marfa Pakhomova, seconda in 2:48:17, e sulla bielorussa Natalia Tsitorina, terza in 2:52:12. 345 i finisher. Il marocchino Abdelkader Lasfar vince la mezza in 1:07:48 sul francese Mathieu Brulet, secondo in 1:13:23, e sul marocchino Noureddine Laidi, terzo in 1:13:56. La russa Maria Fedosseeva è la prima donna in 1:24:12 sulle francesi Sylvie Calmet, seconda in 1:28:08, e Valerie Lucas, terza in 1:30:09. 660 i finisher.

La 15^ Renta Oberelbe Marathon (Germania) è vinta Bartosz Mazerski in 2:31:38 su Marco Diehl, secondo in 2:39:48, e Zawierucha Damian, terzo in 2:44:04. Patricia Kusatz è la prima donna in 3:20:19 su Heike Hensel, seconda in 3:22:39, e Katrin Wewetzer, terza in 3:25:01.

Il 27enne Jason Lokwatom vince la Illinois Marathon di Champaign/Urbana (Usa), disputata in condizioni inaspettate di gran freddo, in 2:22:46 precedendo Hillary Kogo, secondo in 2:28:58 e Peter Kemboi, terzo in 2:29:30. La 29enne Jackie Pirtle-Hall è la prima donna in 2:43:52 su Michelle Corkum, seconda in 2:55:48, e Julie Ralston, terza in 2:56:02. 1877 i classificati.

Terzo successo del 2012 per il 25enne Jynocel Basweti che, dopo la Knoxville Marathon e la Shamrock Sportsfest Marathon, s’impone nella Kentucky Derby Festival Marathon di Lousville (Usa) in 2:23:04. Edward Korir sale sul secondo gradino del podio in 2:25:07 seguito da Julius Kosgei, terzo in 2:27:01. La locale 32enne Amy Doolittle-Crider vince la gara delle donne in 2:58:24 (pb) su Meghan Davey, seconda in 3:09:50, e Mary Tuttle, terza in 3:11:57. 2093 gli arrivati.

A.J. Kelly vince la Gettysburg North-South Marathon Champion (Pennsylvania) in 2:36:55 su Bret Kilefner, secondo in 2:45:17, e Brian Waters, terzo in 2:48:43. La 39enne Katie Aldridge è la prima donna in 3:05:50 su Catherine Unruh, seconda in 3:13:50, e Mariesa Slaughter, terza in 3:26:18. 455 i finisher.

Jordan Lafreniere, 29enne, vince la Trail Marathon di Pinckney (Michigan, Usa) in 3:11:28 su Ben Vanhoose, secondo in 3:12:06, e Kevin Tarras, terzo in 3:37:24. La 28enne Melanie Peters domina la gara femminile in 3:28:31 su Laura Howell, seconda in 3:53:45, e Malissa Lauderbaugh, terza in 4:11:47. 176 i classificati.

Il 39enne Darryl Huras è il vincitore della St. John Ambulance Marathon (Waterloo, Canada) in 3:02:09 su Michael Medeiros, secondo in 3:04:46, e Giles Malet, terzo in 3:08:02. Rachel Slade vince la prova rosa in 3:06:21 seguita da Kirstin Schwass, seconda in 3:29:19, e Dana Kulic, terza in 3:49:31. 95 gli arrivati.

Vittoria con distacco per il 36enne Patrick Russell nella Run for the Lakes Marathon di Nisswa (Minnesota, Usa) in 2:35:45 sul campione uscente Casey Miller, secondo in 2:47:42, e Scott Hoberg, terzo in 2:56:51. La 41enne Melissa Jansen vince tra le donne in 3:16:24 su Molly Pennings, seconda in 3:23:52, e Jill Kroc, terza in 3:31:41. 105 i finisher.

Il 34enne Kyle Gibbs s’impone nella Frisco Marathon di Willard (Missouri, Usa) in 3:09:07 a precedere Daniel Sontheimer, secondo in 3:11:00, e Sott Hicks, terzo in 3:18:23. La 43enne Lauren Farkash è la prima donna in 3:30:32 su Kristi Sheridan, seconda in 3:30:32, e Maria Chevalier, terza in 3:56:51. 104 gli arrivati.

Nella Jailbreak Marathon di Wautoma (Wisconsin, Usa), successo per Rob Beaver in 3:03:53 su Jeff Csuy, secondo in 3:15:45, e Adam Buck, terzo in 3:20:02. La 44enne Mary Flaws vince al femminile in 3:22:53 su Michelle Tanem, seconda in 4:04:25, e Erin Moldenhauer, terza in 4:06:21. 48 i classificati.

Quarto successo stagionale sulla distanza per il 41enne Chuck Engle che si afferma nella River Rat Marathon di Yankton (South Dakota, Usa) in 2:46:09 su Jeremy Morris, secondo in 2:50:07, e Peter Euler, terzo in 3:04:12. Tra le donne vince la 29enne Diane Murphy in 3:41:51 su Mary Von Seggem, seconda in 4:01:19, e Nancy Dickerson, terza in 4:03:49. 38 i finisher.

Terzo successo della carriera, dopo quelle del 1997 e del 2000, per il 42enne Phil Costley che vince la Rotorua Marathon (Nuova Zelanda) in 2:28:25 su Blake McWhirter, secondo in 2:28:40, e Ross McIntyre, terzo in 2:38:04. La 42enne Liza Hunter-Galvan, al rientro dalla squalifica per doping di due anni, vince la gara femminile in 2:46:23 su Gabrielle O'Rourke, seconda in 2:55:30, e Lisa Robertson, terza in 2:59:22.

La Rotary Shakespeare Marathon di Stratford-upon-Avon (Regno Unito) ha visto svolgersi la sola mezza con vittoria di Michael Robinson in 1:18:10 su Matthew Edmonds, secondo in 1:19:06, e Andrew Sprague, terzo in 1:20:09. Prima donna Mel Evans in 1:33:45 su Charlotte Finch, seconda in 1:36:01, e Sarah O’Sullivan, terza in 1:35:41.

Dave Mitchinson vince la Milton Keynes Marathon (Gran Bretagna) in 2:41:51 su Stephen Richardson, secondo in 2:44:06, e Tom Drake, terzo in 2:44:59. Vittoria e pb per Yvette Grice in 3:00:23 al femminile su Jane Ovington, seconda in 3:01:46, e Gill Fullen, terza in 3:02:36. 2828 i finisher.

La Greater Manchester Marathon (Gran Bretagna) è vinta da Dave Norman in 2:24:50 su Andi Jones, secondo in 2:26:23, e Martin Sanders, terzo in 2:28:08. Successo femminile per Rebecca Johnson in 3:05:26 su Sally Malir, seconda in 3:10:46, e Jessica Oliver-Bell, terza in 3:10:50.

Il keniano Titus Masai vince la 10 km Conseil General di Marsiglia (Francia) in 28:20, sul connazionale Salim Saiti, secondo in 28:41, e Abraham Niyonkuru, terzo in 28:44. Primo francese Ruben Lidongo, nono in 29:35. La etiope Gutema Imana è la prima donna in 32:44 sulle francesi Laurane Picoche, seconda in 33:34, e Fatima Yvelain, terza in 35:18.

La 30^ Puy en Velay, gara francese di 15 km, è vinta dal 18enne etiope Fikadu Haftu in 43:10 sui keniani Robert Chomesin, secondo in 43:14, e Kenneth Kipkemoi, terzo in 43:22. Vittoria keniana al femminile per Gladys Chepchirchir in 49:28 sull’etioe Aheza Kiros, seconda in 49:48, e sulla connazionale Cynthia Jerotich, terza in 51:40.

Il marocchino Ben El Hassan vince la 20 km di Maroilles (Francia) in 59:05 sui keniani Kennedy Kimutai, secondo in 59:07, e William Kipsang, terzo in 59:43. Successo etiope tra le donne con Bizuayezhu Ehite in 1:08:58 sulla keniana Leonida Mosop, seconda in 1:12:15, e sulla burundiana Francine Niyonizigiye, terza in 1:14:21.

La 1^ edizione della 10km di Zhukovskiy, in Russia, è vinta da Alevtina Ivanova in 32:31 su Gulnara Galkina, seconda in 32:43. Vittoria maschile per Nikolay Chavkin in 29:35.

La Globus Marathon St. Wendel (Germania) è vinta dal keniano Kickson Terer in 2:14:31 sui connazionali Joel Mwangi, secondo in 2:14:55, su Robert Kirui, terzo in 2:17:37. Julia Keck è la prima donna in 2:51:29 su Elke Brenner, seconda in 2:55:22, e Tanja HooB, terza in 2:58:52.290 i finisher. Jonas Lehmann vince la mezza in 1:12:30 su Samuel Schu, secondo in 1:12:32, e Patrick Bauer, terzo in 1:17:14. Heike Brucker-Boghossian è la prima donna in 1:31:09 su Andrea Karl, seconda in1:31:38, e Martina Werth, terza in 1:32:38. 1198 i finisher.

Pista

La 118^ edizione delle Penn Relays di Philadelphia, festival delle staffette, registra due wl in campo femminile, entrambi statunitensi: la 4x100 in 42.19 (Madison, Felix, Knight e Jeter) su quella giamaicana (Simpson, Stewart, Bailey e Shelly-Ann Fraser-Pryce), seconda in 43.31, e la 4x400 in 3:21.18 (McCorory, Felix, Hastings e Richards-Ross) sulla Giamaica, seconda in 3:26.55. Al maschile, gli Usa (Rodgers, Gatlin, Patton e Dix) vincono la 4x100 in 38.40 sulla Giamaica (N. Carter, M. Anderson, L. Clarke, O. Bailey), seconda in 38.98; l’altra formazione Usa vinceva l’altra serie in 38.47 (Ivory Williams, Crawford, Kimmons e Ryan Bailey). Nella 4x400, vittoria e wl sempre per gli Usa in 3:00.15 (Calvin Smith jr., Angelo Taylor, Bershawn Jackson e LaShwan Merritt) su Bahamas, seconda in 3:00.56. Nelle staffette miste, altre due vittorie statunitensi al maschile su quella del mezzofondo in 9:19.31 e al femminile su quella dello sprint in 3:42.85.

Nelle Drake Relays di Des Moines, disputate con difficili condizioni climatiche, vittoria di Wallace Spearmon sui 200 in 20.02, primato della manifestazione, di Chaunte Howard-Lowe nell’alto con 1.98, di Jennifer Suhr-Stuczynski nell’asta con 4,65, di Ryan Whiting nel peso con 21.31, di Ryan Wilson sui 100 hs in 13.20 (su Omo Osaghae (13.24) e Terrence Trammell (13.36)), del portoricano Javier Culson sui 400 hs in 49.02, di Kristi Castlin sui 100hs in 12.76 e di Jenny Simpson sui 1500 in 4:12.95.

A Palo Alto, nel Payton Jordan Cardinal Invitational at Stanford University, wl maschili sui 10000 uomini con vittoria del canadese Cameron Levins in 27:27.96 sul keniano Sam Chelanga in 27:29.82 e sullo statunitense Chris Derrick in 27:31.38 (quarto Meucci in 27:32.86); sui 1500 in 3:35.18 dell'inglese Andy Baddeley sul norvegese Henrik Ingebrigtsen in 3:36.39 e sul neozelandese Zane Robertson in 3:36.53; sui 5000 in 13:11.63 dello statunitense Lopez Lomong sul keniano Kevin Chelimo in 13:14.57 e Matt Tegenkamp in 13:15.00 (miglior prestazione europea 2012 del britannico Chris Thompson, quarto in 13:15.21); wl femminili sui 1500 in 4:07.00 di Anna Pierce-Willard; sui 5000 in 14:43.11 di Sally Kypiego su Julia Lucas 15:08.52 e Julie Culley 15:13.87; sui 10000 in 31:15.97 della 23enne keniana Betsy Saina su Amy Hastings 31:19.87 (pb) e Fionnuala Britton 31:29.22 (pb). 19.54 nel peeso per Jillian Camarena-Williams.

A Berkeley, 52.16 sui 400 di Alysia Montano-Johnson, una delle migliori ottocentiste internazionali.

In Texas, doppietta per St.Kitts: Tameka Williams vince in 11.18 e Antoine Adams in 20.41.

A Irvine, Richardson vince i 110 hs in 13.32, Joanna Hayes vince i 100hs in 12.87, la britannica Hitcton vince il martello in 68.52.

A Medellin, in Colombia, Catherine Ibargüen ottiene il wl sul salto triplo in 14,95 (vento 0,9), a 4 cm del suo primato sudamericano. Uguagliato, dopo 24 anni, il record nazionale sudafricano dei 100 metri (10.06 di Johan Rossouw) ad opera di Simon Magakwe, nella semifinale dei campionati universitari di Johannesburg. Vittoria in finale in 10.16. Mpuang vince i 200 in 20.1 su Magakwe (20.3).

A Dakar, Amantle Montsho vince i 400 in 50.94. Nell'Oda Memorial di Hiroshima, vittoria sui 100 per Ryota Yamagata in 10.08 sulle semifinali (10.16 in finale). Nel giavellotto maschile, il neozelandese Farquhar ottiene il wl con 86,31 sul giapponese Genki Dyene, secondo in 84.28. Al femminile, 15:19.27 per Sally Kaptich Chepyego nei 5000, 13.04 sui 100 hs della Kimura.

Nel Grand Prix di Wuhan, in Cina, l’iridata Li Yanfeng vince il disco con 65,85, Gong Lijiao il peso con 19,65, Zhang Wenxiu il martello con 72,31, Zhang Li il giavellotto con 64,74. Nel lungo maschile ottimi salti per Li Jinzhe (8,25) e Su Xiongfeng (8,21). Il 18enne Xie Zhenye vince i 200 in 20.66.

L’iridata Oksana Miankova ha ottenuto la terza misura di sempre nel martello – dietro Betty Heidler (79,42) e la polacca Wlodarczyk (78,30) - nel Memorial Sukhevich di Brest (Bielorussa), portando il record nazionale a 78,19. Tra gli uomini vince Kryvistki con 78.30 su Devyatovskiy (77,72).

A Veszpremm in Ungheria, il vicecampione mondiale Krisztian Pars vince il martello con 81,16, wl.

Record del Botswana per l’iridata Amantle Montsho sui 200 corsi in 22.89 nel Shizuoka International Track & Field Meet (Giappone) sulla giapponese Chisato Fukushima (23.12).

L’ospite keniano Jacob Chesari vince i 10000 metri del campionato israeliano di Tel Aviv in 27:59.05. Secondo e campione nazionale, Tasama Moogas in 28:31.96.

L’ottava edizione del Meeting Region Guadeloupe di Baie Mahault registra il wl di LaShawn Merritt sui 400 in 44.73. Dayron Robles vince i 110 hs in 13.19 su Ronnie Ash (13.30); Dawn Harper i 100 hs donne in 12.71 su Virginia Crawford (12.87). Lashauntea Moore vince I 100 donne in 11.11 su Jeneba Tarmoh (11.24); Churandy Martina I 200 uomini in 20.40 su Rondell Sorillo di Trinidad (20.42). La colombiana Catherine Ibarguen vince il triplo con 14.73 su Yargelis Savigne (14.24); imitata da Will Claye al maschile con 17.05.

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Sabato 05 Maggio 2012 15:18)

 

Notizie internazionali

Dal Mondo - News

podisti.net_earth_200x150_blu03aLa 35^ edizione della Madrid Marathon, disputata in condizioni climatiche favorevoli, è vinta dal 33enne keniano Patrick Korir in 2:12:07 sui connazionali Enock Mitei, secondo in 2:12:13, e Thompson Cherogony, terzo in 2:12:14. Quarto l’altro keniano Mark Tanui in 2:12:23 sull’etiope Hailu Dogaga, quinto in 2:13:15, e sui connazionali Paul Kirui, sesto in 2:14:09, Moses Arusei, settimo in 2:16:41, e Felix Limo, ottavo in 2:20:06. Nono l’azero Tilaun Aliyev in 2:20:15 sull’altro keniano Isaac Kosgei, decimo in 2:20:33. Questi i passaggi: 5° km in 15:22, 10° in 30:52; mezza in 1:04:52, 35° in 1:48:01, 40° in 2:04:40. In campo femminile s’impone la keniana Margaret Agai in 2:32:23 sulle etiopi Roman Gebregessese, seconda in 2:34:40, e Tigist Gebayahu, terzo in 2:36:31. Quarta la cubana Dailin Belmonte in 2:41:07 sulla russa Marina Kiseleva, quinta in 2:42:36, e sull’etiope Tigist Worku, sesta in 2:43:30. Settima la prima spagnola, Irene Lorenzo, in 2:55:38 sulla connazionale Cristina Rozalén, ottava in 2:55:51, a precedere la keniana Nancy Langat, nona in 3:03:19 e l’altra spagnola Paqui Fuentes, decima in 3:03:31. Questi i passaggi: 10° km in 36:33, mezza in 1:15:30; 35° in 2:06:20. Nella 3^ edizione della 10 km, si afferma Carlos Castillejo in 30:01 su Anouar Dabab (30:15) e Daniel Santacruz Garrido (31:20); al femminile vince Vanessa Veiga in 34:57 su Dong Liu (38:45) e Sonia Ruiz Andrade (39:50). 

La London Marathon è vinta dal keniano Wilson Kipsang in 2:04.44 sul connazionale Martin Lel, secondo in 2:06.51, e sulletiope Tsegaye Kebede, terzo in 2:06.52. Quarto il marocchino Adil Annani in 2:07.43 sul connazionale Jaouad Gharib, quinto in 2:07.44, e sui keniani Abel Kirui, sesto in 2:07.56, ed Emmanuel Mutai, settimo in 2:08.01. Ottavo il brasiliano Marlison Gomes Dos Santos in 2:08.03 sull’eritreo Samuel Tsegay, nono in 2:08.06, e sull’etiope Feyisa Lilesa, decimo in 2:08.20. Questi i passaggi: 14:36 al 5° km, 29:34 al 10° km; 44:30 al 15° km; 59:14 al 20° km; 1:13:23 al 25° km; 1:28:04 al 30° km; 1:42:47 al 35° km; 1:57:37 al 40° km). Al femminile, vince la keniana Mary Keitany in 2.18.37 (nuovo record keniano ed africano) sulle connazionali Edna Kiplagat, seconda in 2:19.50, Priscah Jeptoo, terza in 2:20.14, Florence Kiplagat, quarta in 2:20.57, Lucy Kabuu, quinta in 2:20.57. Sesta la etiope Aberu Kebede in 2:23.12 sulla tedesca Irina Mikintenko, settima in 2.24.53, sulla portoghese Jessica Augusto, ottava in 2:24.59, sull’etiope Atsede Gaysa, Ethiopia, nona in 2:25.59, e sulla lituana Jelena Prokopcuka, decima in 2:27.04. Questi i passaggi: 16:51 al 5° km, 33:36 al 10° km, 50:27 al 15km, 1:10.53 alla mezza, 1:23.37 al 25°km, 1:39:54 al 30°km, 1:56:01 al 35°km, 2:11:46 al 40°km. Clima soleggiato e fresco, 36699 i finisher.

Statistiche derivanti dalla maratona di Londra: Mary Keitany è la terza donna maratoneta, dopo Radcliffe e Ndereba, a essere scesa più volte sotto le 2:20. Edna Kiplagat è la 17^ donna della storia a esser scesa sotto le 2:20. Wilson Kipsang è il secondo uomo dopo Gebrselassie a esser sceso sotto le 2:05 per tre volte (2:03:52, 2:04:44, 2:04:57). Il 39enne Jaouad Gharib è il più vecchio atleta ad esser sceso sotto le 2:08. Mary Keitany ha strappato alla Radcliffe il primato sul tratto di 5 km durante una maratona: la keniana ha corso dal 35-40 Km in 15:45.

La 10 km Spieren City Run di Hilversum (Paesi Bassi) è vinta dal keniano Alfred Cherop in 28:37 sul connazionale Gadengoi Loitareng, secondo in 29:00, e sull’olandese Khalid Choukoud, terzo in 29:17. La keniana Agnes Jepkosgei è la prima donna in 32:23 sulle connazionali Consalater Yadaa, seconda in 32:31, e Lucy Macharia, terza in 32:52.

Ayad Lamdassem vince la 14^ Cursa Bombers di Barcellona (Spagna) in 28:54 (10 km) su Roger Roca Dalmau, secondo in 30:39, e Jose Luis Blanco Quevedo, terzo in 30:41. Judit Pla Roig è la prima donna in 32:43 su Lidia Rodriguez, seconda in 33:09, e Raquel Parrado Romero, terza in 35:55.

Nella 10^ Zurich Marathon (Svizzera), sotto la pioggia e il freddo, vince il keniano Franklin Chepkwony in 2:10:58 sul connazionale Shadrack Kemboi, secondo in 2:11:11, e sull’etiope Hailu Begashaw, terzo in 2:11:14. Quarto l’altro etiope Tesfaye Girma Bekele in 2:11:28 sui keniani Bernard Kipkemoi Rotich, quinto in 2:13:02, e Hussein Rutto, sesto in 2:13:51. La etiope Werknesh Tola vince la gara femminile in 2:31:24 sulla svizzera Maja Neuenschwander, seconda e campionessa nazionale, 2:31:56, e sull’etiope Sheni Tigist Abdi, terza in 2:34:40. Quarta l’altra svizzera Jasmin Nunige in 2:44:29. 3046 i finisher. La 10 km registra l’affermazione di Marthin Kuhni in 33:38 al maschile e di Jessy Wirth in 37:23 al femminile. 

La Maratona di Belgrado, in Serbia, è vinta dal keniano James Kiptum Barmasai in 2:16:01 sui connazionali Henry Kipyego Kemboi, secondo in 2:22:52, e Charles Kiprono Rotich, terzo in 2:23:11. Quarto il keniano Daniel Kiplimo Bett in 2:24:48 sul turco Muslu Ercan, quinto in 2:28:15. Tra le donne vince la keniana Mary Ptikany in 2:42:48 sulla debuttante turca Giulu Esra, seconda in 2:57:08, e sulla serba Vanja Supic, terza in 3:26:53. Nella mezza vince il serbo Kristijan Stosic in 1:10:12 sul greco Par Papandreopoilos, secondo in 1:11:36, e sul connazionale Molis Milanovic, terzo in 1:12:28. Tutto serbo il podio femminile, con successo di Ana Subotic in 1:24:34 su Mariana Cegar (1:25:53) e Danijela Barac (1:27:08).

La 65^ Enschede Marathon (Olanda) è vinta dal keniano Ishhimael Busendich in 2:09:09, nome nuovo alla ribalta, sui connazionali Julius Korir, secondo in 2:09:13, e Moses Kurgat, terzo in 2:09:59. Quarto l’etiope Alebachew Debas in 2:10:06 sul keniano Kilplimo Kimutai, quinto in 2:12:45. La greca Konstantina Kefala è la prima donna in 2:41:01 sulle olandesi Ingrid Prigge, seconda in 2:55:42, e Arenda Abbink, terza in 3:04:17. La mezza è vinta dall’olandese Caspar Kielma in 1:12:15 sui connazionali Leon Sanderman (1:12:58) e Caimin Stevens ( 1:14:20). Vittoria rosa per l’olandese Jacqueline Rustidge in 1:21:50 sulla connazionale Brigit Landewe (1:26:04).

La Cracovia Marathon, in Polonia, è vinta dal keniano Peter Kariuki Wanjiru in 2:12:11 sul connazionale Edwin Kirui, secondo in 2:12:37, e sulla tanzaniana Faustin Mussa Starehe, terzo in 2:13:02. Quarto il russo Andrei Sergeev in 2:17:46 sul keniano Sammy Kipkorir Kibet, quinto in 2:20:54. Lucia Kimani è la prima donna in 2:36:54 sulla russa Anastasya Zuyeva, seconda in 2:40:41, e sulla polacca Agnieszka Ciolek, terza in 2:41:32. Quarta la bielorussa Volha Rezkaya in 2:46:05 sulla russa Natalia Soloveyeva, quinta in 2:50:37.

La Steinmetz Gaborone Marathon, in Botswana, è vinta dal keniano Felix Kipkorir in 2:16:25 sul connazionale Benjamin Serem, secondo in 2:16:46, e su Jobo Khatoane (Les), terzo in 2:16:49. Samukeliso Moyo (Zim) è la prima donna in 2:48:29 su Ntahleng Masaile (Les), seconda in 2:54:03, e Maleboheng Mofata (Les), terza in 2:59:43.

La Dvv Antwerp Marathon, in Belgio, è vinta dal keniano Paul Kiprop in 2:15:38 sui belgi Lander Van Droogenbroek, secondo in 2:16:49, e Florent Caelen, terzo in 2:22:53. Podio interamente belga al femminile con successo di Ange Dammen in 3:01:59 su Kelly Willis, seconda in 3:03:13, e Sophie Van Biervliet, terza in 3:08:00.

Il keniano Lilan Kennedy Kiproo vince la 1^ edizione della Bali Marathon (Indonesia) in 2:16:54 sui connazionali Luke Kipkemoi Chelim, secondo in 2:17:00, e Wilson Chepkwony, terzo in 2:18:23. Kenia anche tra le donne con vittoria di Winfridah Kwamboka in 2:42:48 sulla connazionale Elizabeth Jeruiyot, seconda in 2:43:35, e sulla canadese Kari Elliot, terza in 3:07:13.

La 12^ Deutsche Post Marathon Bonn (Germania) è vinta dal keniano Stephen Cheokopol in 2:16:53 sui connazionali Geoffrey Torotich, secondo in 2:18:44, e su Michael Kasitit, terzo in 2:19:04 Vittoria femminile per la keniana Hellen Jepkosgei Kimutai in 2:47:03 su Dorcas Lochio, seconda in 2:51:32, e Dorothea Frey, terza in 2:58:57. 1127 i finisher. Il keniano Evans Kibett Chelanga vince la mezza in 1:04:52 sull’etiope Badhane Gamachu, secondo in 1:06:06, e sul tedesco Younes Ammouta, terzo in 1:07:46. Nancy Koech è la prima donna in 1:19:33 sulle tedesche Melanie Stemper (1:19:33) e Annika Peiler (1:22:00). 6022 i finisher.

Jacob Stiller vince la 36^ Leipzig Marathon (Germania) in 2:33:30 su Lars Robler, secondo in 2:34:07, e su Dennis Junemann, terzo in 2:34:54. Carina Shipp è la prima donna in 2:57:35 su Katja Borggrefe, seconda in 2:59:02, e su Juliane Heinze, terza in 3:01:53. 626 i finisher. Lucas Herrmann vince la mezza in 1:07:51 su Per Bittner (1:12:04) e Patrick Letsch (1:13:34); Sandra Boitz vince tra le donne in 1:22:38 su Karoline Robe (1:27:10) e Claudia Nystad (1:27:36). 2313 i finisher.

La Spreewald Marathon (Germania) è vinta da Markus-Kristan Siegler in 2:39:29 su Uwe Laenger (2:40:46) e Christian Stlzki (2:42:11). Natalia Gamm-Fuchs è la prima donna in 3:07:15 su Bogumila Sztulpa (3:11:19) e Claudia Korkut (3:18:55). La mezza è vinta da Nikolai Ziegler in 1:15:30 e da Simone Burli in 1:29:30.

La 7^ DarB Marathon (Germania) è vinta da Mark Willbrandt in 2:30:05 su Thomas Scholzke, secondo in 2:52:08, e Marco Resech, terzo in 2:55:40. Vittoria femminile per Susanne Fries in 3:24:52 su Annika Holland (3:27:25) e Katja Knospe (3:28:49). 230 i finisher.

La 10^ Weiltalweg Marathon Weilburg (Germania) è vinta da Frank Wielgand in 2:48:02 su Werner Weber (2:53:17) e Sylvio Langer (2:54:55). Sandra Holly è la prima donna in 3:03:47 su Astrid Staubach, seconda in 3:07:23, e Uta Konig, terza in 3:19:01.471 i finisher.

Il keniano Charles Torotich vince l'8^ Marathon Deutsche Weinstrasse di Bockenheim (Germania) in 2:27:20 sul russo Vitaliy Yashchlik, secondo in 2:29:33, e sul tedesco Hans-Jorg Dorr, terzo in 2:43:51. La tedesca Eva Rauschenberg è la prima donna in 2:51:34 sulla keniana Prisca Kiprono, seconda in 2:53:13, e sulla connazionale Elissa Ballas, terza in 2:59:40. 731 i finisher. Il keniano Dickson Kurui vince la mezza in 1:09:33 sui tedeschi Matthias Hecktor (1:11:59) e Sebastian Harz (1:12:38). Al femminile, ancora Kenia: vince Gladys Kiprotich in 1:17:09 sulla tedesca Josefa Matheis (1:23:27) e sulla polacca Wioletta Uryga (1:25:21).

La Bilstein Marathon (Germania) è vinta da Lars Donath in 2:57:04 su Frank Donath (3:14:24) e Reiner BruBler (3:15:10). Geertje Tewes è la prima donna in 3:55:28 su Veronika Turba (4:04:40) e Anne-Dore Alusse (4:11:57). 74 i finisher. La mezza è vinta da Sascha Vogeler in 1:25:15 e Ilona Hildmann in 1:47:34.

La Borealis Linz Marathon (Austria) è vinta dal keniano Josephat Keiyo in 2:11:18 sui connazionali Roland Kipchumba, seconda in 2:11:31, e Collins Kibet, terzo in 2:13:34. La slovena Daneja Grandovec è la prima donna in 2:41:20 sull’etiope Abeba-Tekulu Gebremeskel, seconda in 2:42:29, e sull’austriaca Verena Proll, terza in 3:05:33. Lo svizzero Viktor Rothlin vince la mezza in 1:04:49 sul keniano Sila Toek, secondo in 1:05:08, e sull’austriaco Florian Pruller, terzo in 1:09:40. L’austriaca Cornelia Kopper è la prima donna in 1:24:03 sulle connazionali Michi Herlbauer, seconda in 1:26:34, e Manuela Kastner, terza in 1:29:55.

La Finsterwalder Dutzend Marathon (Germania) è vinta da Ralf Trager in 3:17:38 su Kay Magath, secondo in 3:23:53, e Detlef Knofel, terzo in 3:26:53. Birgit Gompert è la prima donna in 4:47:41 su Ines Abel, seconda in 5:03:57.

Il 38enne keniano Nicholas Maiyo vince la 1^ edizione della Lansing Marathon (Michigan, Usa) in 2:20:11 sul connazionale Elijah Yator, secondo in 2:25:36, e sul 18enne Jonathon Geer in 2:56:22. La 31enne Meghann Gorman è la prima donna in 3:17:54 su Selina Paupert, seconda in 3:18:12, e Liz Favret, terza in 3:26:33. 404 i finisher.

Il 30enne Jesse Davis è il vincitore della Carmel Marathon (Indiana, Usa) in 2:22:05 precedendo il campione uscente, David Mart, secondo in 2:27:13 (pb), e Jared Rothlauf, terzo in 2:29:34. La 33enne Leah Thorvilson vince la gara femminile in 2:42:13, cogliendo il quinto successo sulla distanza del 2012, seguita da Melissa Gillette, seconda in 3:02:25, e da Laurissa Dalrymple, terza in 3:07:37. 567 i classificati.

Il 32enne Fritz Van De Kamp, già vincitore nel 2010, si afferma nella Salt Lake City Marathon (Utah, Usa) in 2:25:58 su Seth Wold, secondo in 2:36:57, e Stephen Anderson, terzo in 2:38:13. In campo femminile vince la 35enne Devra Vierkant in 2:54:57 su Allie Scott, seconda in 3:00:37, e Candace Jones, terza in 3:08:54. 985 i finisher.

Il 36enne Matthew Folk coglie il terzo successo della carriera (dopo quelli del 2009 e del 2010) nella Glass City Marathon di Toledo (Ohio, Usa) in 2:26:27 seguito da Ryan Jara, secondo in 2:34:02, e Ken Richendollar, terzo in 2:37:49. La 30enne Jessica Odorcic, al debutto sulla distanza vince in 2:51:52, realizzando il record del percorso. Meghan Nolan è seconda in 2:56:20 davanti a Tina Husted, terza in 2:58:55. 792 gli arrivati.

Il 41enne Van McCarty vince la San Luis Obispo Marathon (California, Usa) in 2:38:35 (pb) su Robert Heugly, secondo in 2:43:02, e Reed Breuer, terzo in 2:54:25. Tra le donne s’impone la 26enne debuttante Carin Serba in 3:16:33 su Karen Burns, seconda in 3:24:49, e Katherine Botterill, terza in 3:26:10.

Il 34enne Jonathan Sipling vince la Wenatchee Marathon (Washington, Usa) in 2:39:47 precedendo Michael Bergquist (qui vincitore per 4 volte dal 2007 al 2010), secondo in 2:52:02, e Scott Paul, terzo in 2:58:31. La 43enne Selina Danko, che aveva vinto nel 2008, si afferma in 3:15:56 su Debbie Gibson, seconda in 3:22:16, e Miranda Thygesen, terza in 3:37:19. 107 i classificati.

Il 27enne Daniel McDowell vince la Oz Marathon di Olathe (Kansas, Usa) in 2:46:36 su Kory Cool, secondo in 2:49:41, e Michael Just, terzo in 2:50:42. La 35enne Nicole Jarvis è la prima donna in 3:12:48 su Christina Hollis, seconda in 3:18:29, e Kendra Liebert, terza in 3:20:45. 582 i finisher.

Il 27enne Grant Stieglitz vince la Earth Day Challenge Marathon di Gambier (Ohio, Usa) in 2:49:36 su Jacob Ort, secondo in 2:51:56, e Nate Winters, terzo in 2:57:54. La 41enne Aldona Stungys vince la gara rosa in 3:30:22 su Sarah Davis, seconda in 3:32:18, e Jennifer McCann, terza in 3:37:04. 100 i classificati.

Il 27enne Gary Krugger si afferma nella Brian Mickelsen Memorial Marathon di Cottonwood (Arizona) in 2:56:32 su Scott Bajer, secondo in 3:08:08, e Donald Rosenleaf, terzo in 3:14:32. La 41enne Cecilia Castaneda vince la gara delle donne in 3:43:29 su Simone Bender, seconda in 4:11:05, e Mandi Nilsen, terza in 4:16:46. 41 gli arrivati.

Il 37enne Karsten Brown si afferma nella Blue Ridge Marathon di Roanoke (Virginia) in 3:01:38 su Brett Addington, secondo in 3:04:39, e Keran Billaud, terzo in 3:07:24. La 25enne Lauren Bosshardt è la prima donna in 3:32:50 su Emily Pulsifer, seconda in 3:37:57, e April Golden, terza in 3:53:26. 292 gli arrivati.

Il 29enne Philip Blong vince la Labor of Love [email protected] Lovell Canyon di Las Vegas (Nevada) in 3:14:29 su Marek Czaplinski, secondo in 3:43:44, e Jose Delgado, terzo in 3:48:22. La 33enne Melissa Everard vince al femminile in 3:48:33 su Talva Parker, seconda in 3:50:12, e Devon Jaffe-Urell, 25, terza in 3:59:41. 52 i classificati.

Il 46enne Marvin Mastin trionfa nella Free State Trail Marathon di Lawrence (Kansas, Usa) in 3:21:35 seguito da Sean Ryan, secondo in 3:22:12, e Heath Larson, terzo in 3:33:18. Vittoria femminile per la 37enne Gretchen Stokes in 4:07:47 su Melanie Simpson, seconda in 4:18:24, e Rebecca Sudduth, terza in 4:27:36. 114 i finisher.

Pista

Nel MtSac Relays di Walnut (USA) tanti primati stagionali: grande prestazione di Brittney Reese, campionessa mondiale di salto in lungo sia all'aperto che indoor, che vince la gara con 7,12. Walter Dix, favorito dal vento superiore alla norma (+2.4), vince i 100 in 9.85 su Mike Rodgers, al traguardo in 9.97. Il britannico Martyn Rooney vince i 400 in 44.92 precedendo Jeremy Wariner, in ripresa, che chiude in 44.96, e Bryshon Nellum, terzo in 45.18. Sul miglio, vincono il francese Jamel Ahrass in 3:52.21 e la canadese Hillary Stellingwerff in 4:31.04; Molly Huddle vince i 5000 donne in 15:15.91; Korene Hinds vince i 3000 siepi in 9:42.27; il britannico Lawrence Okoye vince il disco con 66.67. Altri risultati: 20.39 sui 200 per Jeremy Dodson; 13.20 sui 110 hs per il campione del mondo Jason Richardson su Omo Osaghae (13.24); Il messicano Luis Alberto Rivera vince il lungo con 8.22, nonostante il vento contrario; Lauryn Williams vince i 100 donne in 11.17; Michael Tinsley vince i 400 hs in 48.83 su Angelo Taylor (49.38); Michelle Perry vince i 100 hs in 12.70 su Joanna Hayes (12.72); Jill Camarena-Williams vince il peso donne con 19.80. Il keniano Stephen Sambu vince i 10 000 in 28:06.16.

Nell’OTC Pre Olympic series meet di Chula Vista (USA), il croato Martin Maric vince il disco con 66.53 (pb) sugli olandesi Rutger Smith (66.33) e Erik Cadee (66.10) Brad Walker vince l’asta con 5.72. La britannica Jade Nicholls vince il disco donne in 60.51.

Nel Tom Jones Memorial di Gainesville in Florida (USA), mondiale stagionale per David Oliver sui 110 ostacoli in 13.17 su Ryan Brathwaite (13.29); 12.47 sui 100hs per Tiffany Porter; Libania Grenot vince i 400 in 51.19; Justin Gatlin vince i 200 in 20.11 su Churandy Martina (20.42); Will Claye vince il lungo con 8.25.

Nel John McDonnell Invitational di Fayetteville (USA), Aries Merritt vince i 110 hs in 13.25 sul giamaicano Andrew Riley, secondo in 13.28. Ray Higgs (Bahamas) vince il lungo con 8.07.

Nel LSU Alumni Gold meet di Baton Rouge (USA), Kimberlyn Duncan vince i 100 in 11.05 (wl); Trell Kimmons vince i 100 uomini in 10.00.

Nel War Eagle Invite di Auburn (USA), Chaunte Howard-Lowe, campionessa del mondo indoor, salta 2.00 m. nell’alto; Rakieem Salaam-Mookie vince i 100 in 9.98 su Marc Burns, secondo in 10:08, e Keenan Brock, terzo in 10.09. Al femminile, Kerron Stewart vince i 200 in 22.79; Sheniqua Ferguson (Bahamas) vince i 100 in 11.07.

Nel Michael Johnson Classic di Waco (USA), Sanya Richards-Ross vince i 400 in 50.18 (wl); doppietta per Charlie Silmon in 10.15 sui 100 e 20.65 sui 200.

A Charlottesville (USA), record nazionale per Kemar Hyman (Isole Cayman) sui 100 in 10.07 su Maurice Mitchell (10.21); 13.35 sui 110 hs per Devon Hill.

Nelle Kansas relays di Lawrence (USA), Hoffa vince il peso con 21.73 su Cantwell (21.71); wl per Bershawn Jackson sui 400 hs con 48.20 su Justin Gaymon (49.53); ottimo 50.94 sui 400 per DeeDee Trotter sui 400; successo sui 110 hs di Ronnie Ash in 13.37 e di Kristi Castlin sui 100 hs in 12.87.

Nelle Doane Relays di Crete (USA), Brijesh Lawrence (Saint Kitts) vince i 100 in 10.12 e i 200 in 20.62. 

Nel meeting di Mumias, in Kenia, Asbel Kiprop vince i 1500 metri in 3:35.4; David Rudisha i 400 in 45.8 e Nixon Chepseba gli 800 in 1:47.7.

Negli Hyogo Relays a Kobe, in Giappone, wl per Martin Irungu Mathathi sui 10000 metri in 27:35.16 sull'altro keniano Patrick Muendo Mwaka, secondo in 27:49.43 e sul giapponese Daisuke Shimizu, terzo in 27:50.50. Wl anche al femminile con successo della giapponese Hitomi Niiya in 31:28.26 sulla connazionale Mika Yoshikawa (31:58.73) e sulla keniota Selly Chepyego, terza in 32:05.04.

Nelle Yellow Pages di Pretoria (Sud Africa), Caster Semenya raggiunge il minimo olimpico sugli 800 in 1:59.58; Godfrey Mokoena vince il lungo con 8.29.

L’ivoriana Murielle Ahoure, campionessa mondiale indoor, vince i 100 m. nel Ramjohn Memorial Games di Port of Spain (Trinidad) in 11.15 (+0.4) su Laverne Jones-Ferrette (11.35). Il locale Keston Bledman vince i 100 uomini in 10.13 (-0.3) sul giamaicano Sheldon Mitchell (10.17) Sui 400 vincono la giamaicana Patricia Hall (51.59) e il bahamense Michael Mathieu (45.46). Lo statunitense Fred Townsend vince i 110 hs in 13.55 (+3.4).

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Sabato 28 Aprile 2012 09:17)

 
Altri articoli...
Ultimi 60 servizi fotografici