Nuovo Portale

Questo portale cessa la sua funzione al 30 Dicembre 2012. Il nuovo portale può essere raggiunto al seguente indirizzo:

www.podisti.it

 da cui è possibile scegliere tra i diversi portali specializzati: Magazine (tutte le news e gli articoli), Calendario (tutte le gare del calendario podistico italiano), Foto (migliaia di foto da scaricare ogni settimana), ClassificheSondaggi

New York - ING New York City Marathon 2012

New York 2012: conferenza stampa e incontro con i top atleti

Maratona - New York - ING New York City Marathon 2012
01 11 2012 New York Top Runner a foto Roberto Mandelli
Alle 11 di stamane primo incontro con i top runners, molti i cambiamenti rispetto al programma originario, causati dai problemi in seguito all’uragano Sandy. Prima di raggiungere la sala stampa abbiamo fatto la prima corsetta col gruppo Podisti.Net, non c’eravamo tutti, del resto il lungo viaggio di ieri ha lasciato il segno. Poco male, ci rifaremo domani. Non mancava il nostro Roberto Mandelli, che ha ripetutamente immortalato i presenti .Purtroppo non è stato possibile correre dentro Central Park, un mare di gente ci sta lavorando per ripulirlo al meglio. Per correrci dentro dovremo attendere sabato. Nel frattempo si contavano a centinaia podiste e podisti che ci giravano intorno, per nulla scoraggiati ma, onestamente, girare intorno a Central Park non è la stessa. La città riprende velocemente la sua normale funzionalità, ad esempio questa mattina diverse linee della metropolitana sono tornate operative, anche se molte stazioni verranno riaperte solo nelle prossime ore.
Presentazione dei top atleti in versione ridotta, ad esempio manca la nostra Valeria Straneo, anche lei sottoposta ad un viaggio infinito per raggiungere New York.
Sono mancati tutti quelli che dovevano correre la Dash To Finish Line, la gara di 5 k prevista per sabato della quale è stata comunicata la cancellazione alcune ore orsono.
Abbiamo avuto la bella opportunità di una chiacchierata con George Hirsch, chairman dei New York Road Runners. Inevitabile soffermarsi sulla sfortuna di questa edizione, ma i veri sfortunati sono stati quelli che hanno perso molte delle loro cose e in tanti, troppi, la stessa vita. George ha alle spalle una storia importante, fondatore di Runners World, tanti anni di maratona di New York, ma ci tiene anche a raccontare i suoi tre anni di permanenza in Italia, a Napoli, in servizio con la marina USA, e anche gli ultimi anni della sua carriera come redattore de “la cucina italiana”, nella versione americana. 
Siamo nella sala stampa della manifestazione, saltabeccando da un tavolo all’altro riusciamo a interloquire con diversi dei top atleti presenti, ricordiamo che le loro presentazioni sono suddivise su più giornate.
Sharon Cherop parla delle sue principali prestazioni, il personale a Dubai, ha corso in 2h22’39; sempre nel 2012 ha vinto a Boston, un’edizione complicata per le difficili condizioni climatiche. Ha fatto un gran tempo sulla mezza a Philadelphia, 1h07’21, poi non è riuscita a finalizzare al meglio la sua preparazione, ma è certamente da podio.
Moses Mosop, recente vincitore a Chicago con 2h05’37, dichiara candidamente che il suo sogno è quello di correre la maratona più veloce di sempre.
Wilson Kipsang, insieme a Gebreselassie l’unico al mondo ad avere corso per ben tre volte sotto 2h05’. Come diversi altri è giunto a New York girandoci un po’ intorno, a lui è toccato atterrare a Boston e poi farsi il restante del viaggio in macchina.
01 11 2012 New York Marathon 1a sgambata foto Roberto Mandelli Julie Culley, americana, è al suo esordio in maratona, si dice curioso di vedere come andrà, non sente pressioni, non ha aspettative particolari se non quelle di fare una buona esperienza, magari in prospettiva futura.
Hilda Kibet, sorella della forte Silvia, ha realizzato il suo primato personale a Rotterdam con 2h24’27’’, nel 2011. Racconta che corre più veloce perché da quando ha lasciato il Kenya ha perso qualche chilo ( ora ne pesa 48) e trovato un bravo allenatore (Gabriele Nicola). Ora vive in Olanda col marito Hugo Vandembroeke, anche lui forte maratoneta (2h12’), col quale condivide buona parte dei lavori.
Concludiamo la giornata al centro maratona, ritiriamo i pettorali, non c’è ressa, si vede che molti devono ancora arrivare.
Buongiorno Italia….quando leggerete questo pezzo.
.
(Foto di Roberto Mandelli) SERVIZIO FOTOGRAFICO
.
 
Add a comment

Ultimo aggiornamento (Venerdì 02 Novembre 2012 04:59)

 

New York: comunicazioni importanti

Maratona - New York - ING New York City Marathon 2012

Dopo l'annuncio di Mercoledì dal sindaco Bloomberg, lo staff della ING New York City Marathon sta lavorando per allestire come previsto la gara per domenica 4 novembre.
La maratona di quest'anno sarà dedicata alla città di New York, alle vittime dell'uragano e alle loro famiglie.        
Stiamo riorganizzando e ripianificando il programma a causa dell’impatto dell’uragano ed in virtù delle risorse a disposizione abbiamo deciso di concentrarci completamente alla maratona di domenica di conseguenza abbiamo deciso di:

  • Annullare la cerimonia di apertura della manifestazione;
  • Annullare la gara competitiva NYRRC 5K che era in programma sabato;
  • Rivisto la politica di cancellazione delle iscrizioni alla maratona;
  • Estendere gli orari per ritirare i pettorali all’expo;
  • Definito una strategia per sostenere i soccorsi alle popolazione colpite dall’uragano attraverso donazioni di beneficenza.

Ci saranno modifiche sostanziali nella logistica e nelle operazioni di gara, tra cui il piano dei trasporti, per l'impatto della tempesta. Continuiamo a lavorare con la città per regolare la nostra pianificazione. Si prega di rimanere sintonizzati sul sito web della gara e sui media specializzati per gli aggiornamenti quotidiani.

Politica di cancellazione rivisitata solo per il 2012    
Abbiamo rivisto la politica di cancellazione per il 2012 ING New York City Marathon. I corridori che sono costretti a cancellare la loro partecipazione per quest’anno perché non sono in grado di raggiungere New York, potranno avere l’iscrizione per la gara 2013,.
Inoltre, i corridori possono disdire on-line, via e-mail o per posta, fino alle 11:59 di Sabato 3 Novembre, oppure mandando una persona di fiducia all’expo fino alle 5:00 pm di tale data.
Non verranno rimborsate quote per nessuna ragione.   

Ritiro pettorale      
Dato problemi di trasporto derivanti dalla tempesta, stiamo estendendo le ore per ritirare il materiale di gara presso l’expo, ecco i nuovi

Orari expo e ritiro pettorali:  
Giovedi 1 novembre e Venerdì 2 novembre: 10:00-20:00        
Sabato, 3 novembre, 9:00-17:00 con il pickup del pettorale che continua anche dalle 17:00 alle 22:00.
Coloro che non sono in grado di arrivare al Jacob Javits Convention Center entro le 22.00 del Sabato dovrebbero chiamare al 212.423.2252 o mandare una mail a [email protected] per le istruzioni di ritiro.     

Si cercano volontari
Abbiamo bisogno di volontari, cerchiamo persone in grado di assumere qualsiasi incarico disponibile.


Add a comment
 

In questa pagina domenica puoi seguire la diretta della Maratona di New York 2012

Maratona - New York - ING New York City Marathon 2012
In questa pagina diamo visibilita' al canale TV del New York Runnin Club.
Qui domenica pomeriggio, a partire dalle 15.00 sarà possibile seguire in diretta la maratona. Prima di allora è possibile che trasmettano anche la presentazione dei top runner in programma l'1 ed il 2 Novembre alle ore 16.00 italiane (le 11,00 a NY). Nella prima verrà presentata anche l'azzurra Valeria Straneo.

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Giovedì 01 Novembre 2012 15:42)

 

New York City Marathon 2012 - il gruppo Podisti.Net

Maratona - New York - ING New York City Marathon 2012

New York Marathon 2012 Philadelphia foto Roberto MandelliOre 22.00 del 31 Ottobre, appena tornato col Mandelli da una passeggiata in Times Square, tutto sembra normale, eppure qualche strada più in basso c’è stato il finimondo. Le metropolitane sono chiuse e lo resteranno per diversi giorni, sono previsti dei servizi sostitutivi con bus. Ormai lo scopriremo domattina, il tempo di scrivere qualche altra riga e poi gli occhi si chiuderanno, dopotutto l’orologio interno dice che sono le 5 del mattino. Un ultimo pensiero verso l’altro gruppo di Podisti.Net, destinato a New York e non ancora partito dall’Italia, forza ragazzi, che vi aspettiamo. 

Ore 15.30, 31 Ottobre. Siamo in volo da circa due ore sul Boeing 777 della British Airways, direzione Philadelphia.Siamo stati fortunati rispetto all’altro gruppo diretto a New York, le ultime notizie non erano confortanti, per loro poche speranze di raggiungere New York in giornata. Nell’attesa del volo in coincidenza,a Londra, abbiamo visto più volte scorrere le immagini provenienti da New York, una città profondamente ferita che tuttavia si riprende ora dopo ora, si lavora senza soste. Le idrovore lavorano per liberare le stazioni delle metropolitane, tuttora inagibili, si ripuliscono le strade, si rimuovono i detriti; sono i tragici effetti del passaggio di Sandy, un altro dei tanti nomi quasi gentili (chissà perché?) che danno agli uragani americani, eppure gli effetti sono devastanti.

”Show must go on”,verrebbe da dire, ma questa è anche la speranza dei tanti che hanno scelto questa maratona, dopo averla preparata, sognata, ambita. Molto probabilmente tanti di loro hanno fatto sacrifici economici ,i prezzi sono sempre più folli e infatti i 1000 italiani in meno rispetto al 2011 sono lì a dimostrarlo.

Come ogni anno Podisti.Net costituisce un gruppo per New York (ma anche per altre destinazioni), un’esperienza certamente sportiva ma che ogni anno genera e/o consolida l’amicizia dei tanti che condividono diverse giornate insieme. Per New York 2012 saremo in 65, un bel gruppo , non c’è che dire, in forte crescita rispetto al 2011, quindi in controtendenza rispetto ai tanti meno degli altri gruppi.

Sfruttiamo il tempo del nostro volo, circa 8 ore, per raccontarvi qualcosa di alcuni di loro, le loro professioni ma anche semplici curiosità. Di quelli non citati oggi parleremo lungo…il percorso.

  New York Marathon 2012 London foto Roberto Mandell                             

Roberta Nanni, da Umbertide (PG), ortottista, cura in particolare i difetti di vista dei pazienti in età pediatrica.

Antonello Deiana, 36 anni, sergente dell’esercito, Reggimento Artiglieria a cavallo di stanza a Milano, potrebbe essere il top runner del nostro gruppo, punta a fare 3h12’59’’.

Paolo Voltolini, ex ufficiale dei bersaglieri, vigile del fuoco , poi collabora con la CRI, giusto per non farsi mancare niente. Varie volte sotto le tre ore, ora dice che andrà tranquillo…

Rocco Puzziferri, fotografo di professione, mi dicono che sia un po’ malandato, ma darà battaglia.

Roberto Vaccher, preparatore atletico nel basket e nel tennis, vorrebbe farcela in 3h45’.

Ugo Vanoni, che il 3 Novembre, quindi il giorno prima della su prima maratona, compirà gli anni.

Francesco Ruo invece li compirà due giorni dopo la gara, con il nostro augurio che possa festeggiare anche una bella maratona.

Francesco Silini, a dispetto di un brutta distorsione alla caviglia comunque conta di …portare a casa la pelle.

Enea Zani, da Montichiari , ha deciso di regalarsi … New York per il suo 50esimo compleanno. Ha perso qualche chilo per preparare al meglio la sua quinta maratona, dichiara 3h35’.

Invece Gabriella Bonerba gli anni li compirà proprio il giorno della gara! Incredibile, bellissimo. Prima maratona , prima volta a New York e…festa in corsa, anche perché festa sarà intorno alla sua fatica. Auguri e buona prima.

Paolo Micheli, riparatore di orologi, corre ovunque capita, anche sui ponti delle navi…in Norvegia…di inverno.

Flavio Bianchi , appassionato “trekker” e alpinista, appena tornato dagli USA dove è salito e disceso da un tot di monti ha deciso di tornarci, ma per andare più veloce ha scelto la maratona di New York. Sarà la sua 17^ maratona.

Anis Kerrou, del Marocco, cita con orgoglio i nomi dei suoi connazionali e runner molto forti, Aouita,El Guerrouj, Gharib…) E’ in Italia da 8 anni e corre da un anno e mezzo.

Serena Sonaglia da Umbertide (PG), corricchiava fino ad inizio 2012, poi è scattata la scintilla, in parte grazie al cugino Massimo (anche lui allo start della gara) ed ora la maratona sembra un punto di partenza.

Tonino Carai, infermiere, anche lui punta a tempi interessanti ( 3h20’).

E poi il presidentissimo dell’Ortica Team, Gianfranco Gallotti, qui col suo gruppone ( quando si muovono non sono mai pochi). Ha già corso due volte a New York. Roberta Bellodi, la moglie, dichiara un bel ......vedremo.

 

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Giovedì 01 Novembre 2012 04:09)

 

La Maratona di New York si correrà regolarmente

Maratona - New York - ING New York City Marathon 2012

Il sindaco di New York Michael Bloomberg, durante la conferenza stampa che si è svolta questo pomeriggio, ha detto che la ING New York City Marathon si correrà come da programma.
"Ci sono decine di migliaia di persone - ha dichiarato il primo cittadino - che vengono da tutto il mondo qui a correre e quindi abbiamo deciso che la maratona andrà avanti".
L'annuncio è arrivato dopo che i tecnici del comune, durante un sopraluogo, hanno stabilito che l'evento, malgrado i danni dell'uragano, si potrà comunque svolgere in sicurezza.
Bloomberg ha anche ricordato che la gara è molto importante per l'economia della città, e le persone che sono decedute nella tempesta avrebbero voluto che la gara andasse avanti.
In gara sono previsti 47.000 corridori, e la stessa sarà trasmessa in diretta su ESPN2 e ABC7.

Add a comment

Ultimo aggiornamento (Giovedì 01 Novembre 2012 00:14)

 
Altri articoli...
Ultimi 60 servizi fotografici